La ricostruzione del grande incendio di Londra

Per l'anniversario del grande incendio di Londra (2 settembre 1666, 350 anni fa) hanno costruito un modellino della città di allora lungo 120 metri. E poi gli hanno dato fuoco. Per realizzare una replica del gigantesco incendio.

rtx2o40kmodellinortx2o418rtx2o417rtx2o41artx2o41frtx2o41grtx2o41hrtx2o41irtx2o41jrtx2o41lrtx2o41wrtx2o421Approfondimenti
rtx2o40k

Dal 2 al 5 settembre 1666 Londra venne devastata da un terribile incendio, noto come il grande incendio del 1666. In occasione del 350mo anniversario è stato costruito - e poi bruciato - un modellino in legno della città di allora, lungo circa 120 metri. L’evento si è svolto sul Tamigi ed è stato realizzato con la collaborazione dell’artista David Best.

modellino

Il modellino prima del falò finale. Il grande incendio di Londra del 1666 bruciò l’80% della città, ma uccise anche i topi e le pulci che avevano portato la peste e ucciso indirettamente 75 mila persone l’anno prima. Il peggio era passato, ma da questo punto di vista, l'incendio (The Great Fire, come fu soprannominato) fu provvidenziale.

rtx2o418

Per le cronache del tempo i morti non furono più di 20. Oggi si stima che le vittime siano state molte di più. La città era mezza disabitata - per colpa della peste - e questo facilitò la diffusione dell'incendio. Ma rese anche impossibile capire chi vivesse nelle case. Molti morirono cremati dalle fiamme che raggiunsero anche i 1.000 °C.

rtx2o417

In 3 giorni l'incendio distrusse oltre 13.000 abitazioni.

rtx2o41a

Fu il gigantesco incendio di Londra a far nascere la prima vera compagnia di assicurazione antincendio: si chiamava “The Fire Office” e fu fondata dal banchiere Nicholas Barbon.

rtx2o41f

L'incendio partì probabilmente dal negozio di un fornaio che andò a letto lasciando acceso il forno.

rtx2o41g

Si racconta anche che appena aprtito l'incendio, il sindaco di Londra, Thomas Bloodworth, venne svegliato per organizzare le operazioni di spegnimento, ma che questi liquidò la questione con questa frase: «Una donna potrebbe spegnerlo pisciando».

rtx2o41h

La capitale inglese aveva subìto nel 1212 un primo devastante incendio, che forse suggerì di rispolverare l’idea dei vigiles romani, i vigili del fuoco ante litteram. In caso di fuoco in vista, era il belman a dare l’allarme agitando la sua campana. La meritoria istituzione non bastò però a scongiurare il grande incendio di Londra del 1666 che lasciò 100 mila persone senza un tetto.

rtx2o41i

La riproduzione della Londra del 1666 è stata realizzata su una piattaforma nel Tamigi, tra il Blackfriars Bridge e il Waterloo Bridge. Ecco come è stata costruita.

rtx2o41j

Le immagini del finto grande incendio di Londra.

rtx2o41l

La storia degli incendi è antica e ricca di episodi. Roma, a parte l’incendio “di Nerone” del 64 d.C. (che non fu appiccato dai cristiani, ma neppure dall’imperatore), bruciò diverse altre volte. E negli stessi anni (65 d.C.) il fuoco distrusse Lione. Successivamente alcuni degli incendi più distruttivi colpirono: Londra (798, 982 e 1212), York (1137). Nel 1812 Mosca fu data alle fiamme dai russi per fermare Napoleone. Tra i più recenti l’incendio seguito al terremoto del 1906 che distrusse San Francisco e quello del 1923 che distrusse Tokyo e Yokohama

rtx2o41w

Al tempo dell'incendio la maggior parte delle case era in legno. Per ricostruire Londra ci vollero più di 10 anni.

rtx2o421

Il nuovo incendio di Londra è durato pochi minuti.

Dal 2 al 5 settembre 1666 Londra venne devastata da un terribile incendio, noto come il grande incendio del 1666. In occasione del 350mo anniversario è stato costruito - e poi bruciato - un modellino in legno della città di allora, lungo circa 120 metri. L’evento si è svolto sul Tamigi ed è stato realizzato con la collaborazione dell’artista David Best.