Storia

La piramide matrioska di Chichén Itzá

Scoperta una terza struttura nascosta all'interno del tempio Maya di Kukulkán. Il secondo guscio interno era stato scoperto negli anni '30.

Una piramide "al cubo": la nuova mappa del tempio maya di Kukulkán, nel celebre complesso archeologico di Chichén Itzá (nella penisola messicana dello Yucatan) rivela un terzo "strato" più interno, rimasto finora sconosciuto.

La nuova struttura, una piramide alta 10 metri, è stata individuata dagli archeologi della Università Nazionale Autonoma del Messico all'interno di una seconda antica piramide alta 20 metri, la quale a sua volta si trova racchiusa nella piramide esterna, alta 30 metri.

Mastrioska. Il tempio in onore di Kukulkán, il dio serpente piumato, fu realizzato come un sistema di bambole russe, presumibilmente in tre fasi: la piramide più piccola e più interna, appena scoperta, tra il 550 e l'800; quella intermedia, tra l'800 e il 1000; quella esterna tra il 1050 e il 1300. Il complesso edificio è stato chiamato, per la sua forma e posizione dominante, El Castillo (il castello).

La nuova tomografia della piramide di El Castillo, con i diversi strati interni. © Unam University

Uno dopo l'altro. La seconda piramide era stata individuata dopo il 1931, mentre la terza, più piccola e non perfettamente centrata rispetto alle altre, è stata trovata ora grazie a una tecnica di scansione non invasiva delle strutture. L'accumulo di edifici sopra e intorno a quelli vecchi poteva dipendere da varie ragioni, come il deterioramento dei precedenti o il cambio di leadership politica.

Un'altra sorpresa. Lo scorso anno inoltre, si è scoperto che il tempio di Kukulkán è costruito sopra a un cenote, ossia una voragine (sinkhole) naturale piena d'acqua dolce. La nuova struttura scoperta sorge proprio in direzione del bacino.

Non è chiaro se i Maya sapessero della presenza del pozzo, ma il fatto che le piramidi siano state costruite direttamente sopra di esso, e che Kukulkán fosse anche associato all'acqua nella mitologia precolombiana, fanno pensare che la posizione possa essere stata scelta di proposito. Lo studio delle diverse stratificazioni offrirà indizi su come l'insediamento si sia sviluppato nel tempo.

20 novembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La morte atroce (e misteriosa) di Montezuma, la furia predatrice dei conquistadores, lo splendore della civiltà azteca perduta per sempre: un tuffo nell'America del sedicesimo secolo, per rivivere le tappe della conquista spagnola e le sue tragiche conseguenze. 

ABBONATI A 29,90€

Il ghiaccio conserva la storia del Pianeta: ecco come emergono tutti i segreti nascosti da milioni di anni. Inoltre: le aziende agricole verticali che risparmiano terra e acqua; i tecno spazzini del web che filtrano miliardi di contenuti; come sarà il deposito nazionale che conterrà le nostre scorie radioattive; a che cosa ci serve davvero la mimica facciale.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa sono i pianeti puffy? Pianeti gassosi di dimensioni molto grandi ma di densità molto bassa. La masturbazione è sempre stata un tabù? No, basta rileggere la storia della sessualità. E ancora: perché al formaggio non si può essere indifferenti? A quali letture si dedicano uomini e donne quando sono... in bagno?

ABBONATI A 29,90€
Follow us