Focus

Domande & Risposte Vai allo speciale

Qual è la coppia di omosessuali più antica della storia?

Un murale funerario di 4.400 anni fa ritrae una coppia di uomini abbracciati: omosessuali - due servi di corte poi sepolti insieme - oppure fratelli?

Antico Egitto: un murale funerario tutto da interpretare
Niankhkhnum e Khnumhotep sono i due egizi raffigurati abbracciati in un dipinto nella loro tomba: secondo alcuni egittologi erano amanti, secondo altri erano fratelli. | Wikipedia

Sono molte le fonti storiche sulla vita erotica degli egizi che testimoniano quanto il sesso fosse tutt'altro che un tabù. Sono poche, però, quelle che raccontano con certezza come fosse considerata l'omosessualità nell'antico Egitto: secondo alcuni studiosi, le coppie omossessuali erano emarginate e condannate dalla società, secondo altri erano invece ben viste.

 

Focus Storia 168
È in edicola Focus Storia, l'unico magazine (disponibile anche in digitale) che racconta il passato per capire meglio il presente. | Focus

i due servi reali. Eppure, proprio in Egitto è stata trovata la prima testimonianza di quella che potrebbe essere stata una coppia omosessuale. Si tratta di Khnumhotep e Niankhkhnum, due servi addetti alla cura delle mani dei reali. Vissuti 4.400 anni fa durante i regni di Niuserra e Menkauhor, sesto e settimo faraone della V dinastia, vennero sepolti insieme nella loro mastàba (tomba), nella grande necropoli di Saqqara, presso l'antica Menfi, sulla riva occidentale del Nilo (oggi a 30 km dalla città del Cairo). 

 

Poiché i due uomini sono ritratti in un dipinto murale teneramente abbracciati e in procinto di baciarsi, alcuni egittologi hanno supposto che fossero stati amanti; secondo altri, invece, la loro intimità proverebbe che fossero fratelli, forse persino gemelli. Ma poiché un dipinto che ritrae due uomini dell'antico Egitto in un atteggiamento così affettuoso è un caso unico, sembra più probabile che i due fossero amanti.

Il cosiddetto Tondo dei fratelli, il ritratto funebre del II sec d.C.
Il cosiddetto Tondo dei fratelli, il ritratto funebre del II sec d.C. proveniente da Antinopoli, oggi conservato al Museo egizio del Cairo. | Wikipedia

Amanti o fratelli? Devono passare diversi secoli per arrivare a un altro famoso dipinto che ritrae una coppia di uomini dell'antichità e che ha creato un dibattito simile tra gli esperti: è il cosiddetto Tondo dei fratelli. Si tratta di un ritratto funebre di epoca romana che risale al II secolo d.C. e che è stato rinvenuto sempre in Egitto, ad Antinopoli, la città fondata dall'imperatore Adriano in memoria del suo giovane amante greco Antinoo, assunto a divinità dopo la sua morte prematura.

 

Il Tondo dei fratelli ritrae due giovani uomini e, sullo sfondo, si intravede la presenza di una miniatura del dio Antinoo. Per questo, e anche perché il ritratto è stato trovato ad Antinopoli, alcuni esperti ritengono che i due giovani non fossero fratelli come inizialmente si era ipotizzato, ma una coppia omosessuale dell'epoca. 

 

9 ottobre 2020 | Fabrizia Sacchetti