Storia

L'Europa invecchia

Se proseguiamo di questo passo, fra qualche anno saremo in Europa 90 milioni in meno.

L'Europa invecchia
Se proseguiamo di questo passo, fra qualche anno saremo in Europa 90 milioni in meno.

La vecchia Europa, qui in una mappa del Diciassettesimo secolo, è vecchia anche come popolazione.
La vecchia Europa, qui in una mappa del Diciassettesimo secolo, è vecchia anche come popolazione.

Due ricercatori austriaci e uno americano hanno scoperto l'anno in cui la popolazione europea ha cominciato il declino. È il 2000, e gli studiosi lo definiscono come l'anno in cui la spinta alla crescita si è trasformata in spinta alla diminuzione. Se le cose non cambieranno, e non ci saranno influssi migratori a contrastare questa modifica, la popolazione dell'Europa dovrebbe diminuire di 88 milioni di persone nel 2100 rispetto a quella odierna.
Le ragioni di questa diminuzione sono almeno due, secondo i demografi. Prima di tutto l'età del primo concepimento si è spostata sempre più avanti; secondo, anche la fertilità stessa è minore di quanto non fosse qualche anno fa. L'età sempre più avanzata del primo concepimento cambia anche la cosiddetta struttura della popolazione; in particolare il rapporto tra persone che lavorano e pensionati (sopra i 65 anni) passa da 4 contro 1 a meno di 3 contro 1. Se continua la tendenza, il rapporto potrebbe arrivare a 2 contro 1.
Le conseguenze di una modifica così radicale si faranno sentire nel campo dell'educazione, delle pensioni e delle assicurazioni malattia, e potrebbero addirittura influenzare la competitività e la crescita economica; per non parlare dell'indebolimento dell'identità nazionale.

(Notizia aggiornata al 9 aprile 2003)

3 aprile 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us