Cultura

L'antica tecnologia dell'arco

La ricerca tecnologia è molto antica, ha almeno 1.500 anni: uno studio ha dimostrato infatti come l'invenzione dell'arco e della freccia ha richiesto un ripensamento delle tecnolgie di "propulsione" delle armi da guerra e da caccia. (Andrea Porta, 11 giugno 2008)

In fatto di armi, già 1.500 anni fa gli indigeni del Nord America si dedicavano a quella che in termini moderni definiremmo "ricerca e sviluppo". L'introduzione dell'arco, che nelle battaglie e nelle operazioni di caccia sostituì le più rudimentali lance, impose loro di studiare diverse tipologie di punte adatte al nuovo tipo di arma.
Tutto daccapo. A dimostrarlo è R. Lee Lyman, direttore del dipartimento di antropologia dell'università del Missouri: «L'introduzione dell'arco e della freccia, basate su un differente sistema di propulsione rispetto alla lancia, richiese una tecnologia innovativa», spiega. Perché fu necessario reinventare alcuni componenti, come la punta, per rendere le frecce adatte alle specifiche forze esercitate dall'arco.
Prove ed errori. Non avendo alcuna teoria su cui basarsi, gli uomini si trovarono a procedere per tentativi fino a giungere alla soluzione ideale. Solo un percorso caratterizzato da prove ed errori giustificherebbe infatti l'elevato numero di tipologie diverse di punte, concomitante con il periodo di transizione tra l'epoca delle lance e quella dell'arco.

11 giugno 2008
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Ascesa e declino di Sparta, la polis greca che dominò il Peloponneso con la sua incredibile forza militare e un'organizzazione sociale che forgiava soldati e cittadini pronti a tutto. Perché Beethoven cambiò per sempre il mondo della musica; gli esordi dell'Aids, l'epidemia che segnò un'epoca.

ABBONATI A 29,90€
Questo numero di Focus è speciale perchè l'astronauta dell'Esa Luca Parmitano ci ha affiancato per realizzare un giornale dedicato alle frontiere della scienza, dalla caccia agli esopianeti alla lotta contro il coronavirus fino agli organi stampati in 3d. Grazie Luca per i tuoi consigli e suggerimenti!
ABBONATI A 29,90€

Cosa posso comprare nel mondo con un euro? Perché i crackers hanno i buchi? Dove vanno i gatti quando spariscono da casa? Quanto può dormire un batterio? Correre una maratona fa ringiovanire? Con Focus D&R trovi più di 250 risposte rigorosamente scientifiche alle domande più curiose, divertenti e (anche) un po' folli che potresti mai immaginare.

 

 

ABBONATI A 14,90€
Follow us