Storia

L'antenato degli scacchi? Forse ha 5 mila anni

Il modo migliore per rilassarsi? Sfidarsi intorno a un tabellone da gioco. Avveniva anche migliaia di anni fa, e le regole potrebbero essere state più difficili di quanto creduto finora.

Anche nell'Età del Bronzo, ogni tanto, si doveva trovare il tempo per divertirsi. E lo svago potrebbe essere stato più complesso e intelligente di quanto saremmo portati a pensare.
Uno scavo archeologico in un sito di sepoltura nel sudest della Turchia ha riportato alla luce 49 piccole sculture in pietra di diversa forma, forse le antiche pedine di un gioco da tavola, risalenti a circa 5 mila anni fa.

[Leggi anche quando sono nati gli scacchi]

Giochi per la mente

Sul numero 251 di Focus, in edicola dal 13 agosto al 19 settembre 2013 (e in digitale per sempre) uno speciale con i giochi per allenare la mente.

I precursori di pedoni e cavalli? Forse no
Il ritrovamento ad opera di alcuni archeologi della Ege University di ?zmir, Turchia, è avvenuto nel sito funerario di Ba?ur Höyük. Le statuine da gioco, che giacevano tutte nello stesso luogo, presentano diverse fogge: alcune sono a forma di cane o maiale, altre, più semplici, di piramide o proiettile. Secondo Haluk Sa?lamtimur, tra gli autori della scoperta, potrebbe trattarsi dei pezzi di un antenato degli scacchi dalle regole complesse (data la diversità delle pedine).

Ma non tutti sono d'accordo. Per Ulrich Schädler, direttore del Museo Svizzero dei Giochi di La Tour-de-Peilz, non è detto che le mini-sculture appartengano tutte allo stesso gioco. Le prove storiche trovate finora dimostrano infatti che il primo gioco da tavola che richiede più di due tipi di pedine è proprio quello degli scacchi, le cui prime evidenze risalgono a 1500 anni fa.

Anche gli altri giochi dell'Età del Bronzo di cui si ha notizia, come il gioco egizio di Senet (un antenato del backgammon di 5500 anni fa) e quello Reale di Ur, praticato in Mesopotamia 4500 anni fa, sono relativamente semplici, con l'unico scopo di raggiungere un lato della scacchiera prima dell'avversario. Le piccole pedine turche potrebbero quindi essere i pezzi di diversi giochi meno complicati.

Ti potrebbero interessare anche
Da quando gli scacchi hanno due giocatori?
Come sono nati i nomi delle carte da gioco?
Altre curiosità sull'origine dei dadi da gioco e della "morra"

20 agosto 2013 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us