Storia

Il nuovo albero di famiglia dei Boscimani

Gli scienziati ridatano le pitture rupestri di uKhahlamba-Drakensberg in Sud Africa, riscrivendo l'albero di famiglia dei Boscimani.

Il nuovo albero di famiglia dei Boscimani
Gli scienziati ridatano le pitture rupestri di uKhahlamba-Drakensberg in Sud Africa, riscrivendo l'albero di famiglia dei Boscimani.

I dipinti sono realizzati soprattutto con pigmenti neri, bianchi, rossi e arancione.
I dipinti sono realizzati soprattutto con pigmenti neri, bianchi, rossi e arancione.

Risalgono a più di 3000 anni fa le pitture rupestri di uKhahlamba-Drakensberg in Sud Africa, uno dei più originali siti riconosciuti dall'Unesco come patrimonio dell'Umanità.
Dipinte dai Boscimani, antico popolo nomade di cacciatori-raccoglitori, si riteneva che le 40 mila figure presenti sulle pareti e nelle grotte dei Monti del Drago fossero relativamente recenti e che non avessero più di 1000 anni. Ora un team di archeologi inglesi e australian, grazie a sofisticati metodi di datazione al radiocarbonio, sono stati in grado di retrodatare i ritrovamentie capire e conoscere meglio questa antica cultura africana.
Scene di caccia, animali, simboli, figure umane dipinti con pigmenti rossi, gialli, bianchi, arancione rappresentano la vita spirituale dei Boscimani. Queste genti, chiamate anche San, sono il popolo più antico dell'Africa meridionale. Già tra i 20 e i 30 mila anni fa i loro progenitori vivevano nelle boscaglie e nelle pianure del vasto continente sviluppando nei millenni una cultura fatta di canti, musiche, arte parietale, di caccia, commercio di pelli di antilope e uova di struzzo nel rispetto della natura.
Piccoli di statura e dalla carnagione più chiara rispetto ad altre etnie africane i San sono ormai ridotti a pochissimi gruppi. Infatti, prima le lotte per lo sfruttamento del territorio ingaggiate con gli Zulu e, poi, l'arrivo nel XVII secolo dei colonizzatori bianchi, hanno portato i Boscimani alla quasi totale scomparsa.

(Notizia aggiornata al 13 febbraio 2004)

13 febbraio 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Chi erano i gladiatori? Davvero lottavano sempre all’ultimo sangue? Con quali armi e tecniche combattevano? Perché gli imperatori investivano una fortuna sui loro spettacoli di morte? Entriamo negli anfiteatri della Roma imperiale per conoscere da vicino gli atleti più famosi dell’antichità. E ancora: come la moda del Novecento ha ridato la libertà alle donne; alla scoperta di Monte Verità, la colonia sul lago Maggiore paradiso di vegani e nudisti; i conflitti scoppiati per i motivi più stupidi; la guerra al vaccino antivaiolo dei primi no vax; le Repubbliche Sorelle.

ABBONATI A 29,90€
Focus e il WWF festeggiano insieme il compleanno: Focus è in edicola da 30 anni e il WWF si batte da 60 per la difesa della natura e degli ecosistemi. Insieme al WWF, Focus è andato nelle riserve naturali e nei luoghi selvatici del mondo per scoprire come lavorano i loro ricercatori e volontari per aiutare la Terra e i suoi abitanti. Inoltre: perché i cicloni sono sempre più violenti; perché la miopia sta diventando un'emergenza globale; come sarebbero gli alieni (se esistessero).
ABBONATI A 29,90€
Follow us