Storia

Il mistero del primo artista

Chi è stato il primo artista della storia? Fino a poco tempo non c'erano dubbi l'Homo sapiens. Ma nuovi studi mettono oggi in dubbio questa teoria.

Il mistero del primo artista
Chi è stato il primo artista della storia? Fino a poco tempo non c'erano dubbi l'Homo sapiens. Ma nuovi studi mettono oggi in dubbio questa teoria.

Una delle statuine ritrovate in una caverna in Germania che rappresentano alcuni animali, cavalli, mammuth e renne. Ma chi è il vero autore?
Foto credits: Istituto di Archeologia di Mittelalters.

Gli archeologi dell'università di Tubinga hanno messo in discussione la teoria secondo la quale le prime manifestazioni artistiche risalirebbero all'Homo sapiens. Il primo Michelangelo della storia, secondo le ipotesi più affermate, sarebbe stato ritrovato in una grotta di Vogelherd (Germania) insieme a dodici statuine che raffigurano alcuni animali. Ma quelle opere, prima testimonianza di un qualche vezzo artistico, sono davvero sue? Fino ad ora nessuno si era mai preoccupato di analizzare quei resti per capire se effettivamente appartengono allo stesso periodo.
Opere senza firma. Il team di scienziati condotto da Nicholas Conrad ha scoperto che l'uomo sepolto con quelle opere d'arte che risalgono a 40.000 anni fa, è vissuto in epoca più recente, circa 5000 anni fa. Ma allora chi ne è l'artefice? Secondo Conrad, alla luce dei nuovi fatti, non si può più escludere che possa essere opera anche di un neanderthaliano.
Neanderthal artista? Se così fosse, la notizia farebbe riconsiderare le teorie finora più accreditate. Per molti esperti, infatti, solo una specie abile e intelligente come l'Homo sapiens, da cui discende l'uomo moderno, avrebbe avuto la capacità di dare agli oggetti un senso estetico.

(Notizia aggiornata al 12 luglio 2004)

9 luglio 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us