Storia

L'unico filmato di Anna Frank

L'unico filmato che si conosca della giovane ebrea morta nel campo di concentramento di Bergen-Belsen nel 1945, a 16 anni.

Anna Frank si affaccia alla finestra della sua casa di Amsterdam nel 1941, durante il passaggio di due sposi. Questo è l'unico filmato che si conosca della giovane ebrea morta nel campo di concentramento di Bergen-Belsen nel 1945, a 16 anni. Le immagini furono girate quando ancora la famiglia Frank non si era nascosta.

Anne era nata nel 1929 a Francoforte e si trasferì ad Amsterdam con la famiglia nel 1933. Otto, il padre di Anna, aveva avuto la possibilità di avviare un’attività, imprenditore in fuga da una pesante crisi economica e dalle prime avvisaglie di persecuzioni: il 30 gennaio di quell’anno Adolf Hitler era diventato cancelliere del Reich e per gli ebrei si prospettavano tempi durissimi.

In Olanda per la famiglia Frank fu l’inizio di una nuova vita. Che non durò a lungo: il 1° settembre 1939 la Germania occupò la Polonia facendo scoppiare la Seconda guerra mondiale. Nel maggio del ’40 toccò all’Olanda.

La giovane ebrea visse nascosta dal 1942 al 1944, dopo l'invasione nazista dell'Olanda e le conseguenti leggi razziali.

In questo periodo scrisse in olandese un diario e alcuni racconti e fiabe, prima di essere deportata.

Il diario, fatto pubblicare dal padre Otto - unico sopravvisuto della famiglia ai campi di concentramento - nel 1947, è un eccezionale documento umano della reclusione, delle ansie e delle speranze di un'adolescente nel contesto tragico dello sterminio degli ebrei durante la seconda guerra mondiale.

“Venivano continuamente emanate leggi antisemitiche che limitavano gravemente la nostra libertà”, scrisse Anna il 20 giugno 1942. “Gli ebrei devono portare la stella di David; gli ebrei devono consegnare le biciclette; gli ebrei non possono prendere il tram; gli ebrei non possono andare in auto, neanche di privati; gli ebrei possono fare la spesa solo tra le 15 e le 17; gli ebrei possono andare solo da parrucchieri ebrei; gli ebrei non possono uscire per strada dalle 20 alle 6 di mattina; gli ebrei non possono frequentare teatri, cinema e altri luoghi di divertimento”

L’ultimo brano del Diario di Anna Frank fu scritto il primo agosto del 1944. Il 4 agosto 1944 la Gestapo fece irruzione nell'alloggio segreto. Fu l'inizo della fine. Anna morì nel marzo del 1945.

Video pubblicato per la prima volta nel 2009.

6 novembre 2014
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us