Storia

Il Corano più antico ritrovato finora in Sicilia risale alla dominazione araba

Frammenti del capitolo delle Api del Corano (IX secolo), ritrovati in Sicilia, riconoscono il ruolo fondamentale alle api e il valore terapeutico del miele.

Un frammento del Corano risalente al IX secolo d.C è la più antica testimonianza scritta della presenza musulmana in Sicilia, e ci ricorda le radici islamiche, oltre che cristiane, dell'isola. Su questo ritrovamento si è concluso un progetto di ricerca che ha coinvolto studiosi dell'Università Statale di Milano, dell'Archivio Diocesano e del Museo San Rocco di Trapani.

Ritrovamento casuale. La pergamena di pelle di pecora, era stata "riciclata" come copertina di un registro di annotazioni matrimoniali della prima metà del XVI secolo, nell'area di Calatafimi. I caratteri in antica lingua araba avevano però insospettito Paolo Barresi (Università Kore di Enna) e Michele Giacalone (presidente dell'associazione Amici del Museo San Rocco).

Le indagini. I due studiosi hanno invitato a Trapani Giuseppe Mandalà, docente di Storia dei Paesi islamici all'Università Statale di Milano, per esaminare il reperto. L'esperto ha riconosciuto i caratteri cufici, lo stile grafico della lingua araba che prende il nome dalla città di Kufa, dove sarebbe avvenuta, a partire da VII secolo d.C., la fase di elaborazione più antica della lingua araba. Il reperto è stato quindi attribuito all'epoca musulmana della Sicilia, della quale rimangono rare testimonianze scritte, come il Corano di Palermo, un manoscritto datato 982-983 d.C., di origine siciliana, conservato in gran parte a Istanbul.

Il potere delle api. La traduzione effettuata da Mandalà si riferisce ad alcuni versetti della sura (nome dei capitoli) delle Api (Corano, XVI: 8-11). Il riferimento alle api deriva dal versetto 68: "E il tuo Signore ispirò alle api: dimorate nelle montagne, negli alberi e negli edifici degli uomini". E nel versetto successivo: "(…) Scaturisce dai loro ventri un liquido dai diversi colori, in cui c'è guarigione per gli uomini".

Ispirazione divina. Secondo il Corano, Allah, il creatore, ispirò il comportamento dei diversi animali, oltre a quello degli esseri umani. Quanto al miele, i vari colori sono determinati dai fiori da cui le api prelevano il polline, la sura quindi ne riconosce il potere curativo.

Libertà religiosa. La dominazione araba in Sicilia iniziò nell'anno 827 e terminò nel 1061, con la conquista normanna di Palermo. I cristiani dell'isola, come documenta il libro di Cesare Capone Gli arabi e l'Europa medievale (Ananke, 2014), furono subordinati alla sharia, la legge islamica, ma non propriamente vessati. Venivano riconosciuti come dhimmi, cioè liberi di praticare la loro religione, di risiedere dove volevano e di scegliere i mestieri, anche se erano obbligati a pagare una tassa più alta rispetto a quella dei musulmani.

I dhimmi siciliani non dovevano convertirsi alla religione dei dominatori in applicazione del versetto coranico (Corano, II: 257) che recita: "Non vi sia costrizione nella fede". Anche gli Ebrei erano considerati dhimmi e liberi di professare.

Reciprocità. Tutto ciò deve avere contato quando al potere salì il cristiano Federico II. Nella sua Costituzione del Regno di Sicilia del 1231 è scritto: "A Ebrei e Saraceni concediamo le medesime garanzie perché non vogliamo che innocenti vengano perseguitati soltanto perché ebrei o musulmani."

13 febbraio 2024 Franco Capone
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us