Storia

Di nuovo leggibili i papiri attorno alle mummie egizie

Una tecnica di scansione non invasiva riporta alla luce l'inchiostro sugli involucri che proteggono i corpi bendati delle mummie, regalando uno sguardo inedito sulla vita quotidiana di oltre 2.000 anni fa.

Due tipi di scritte affiancavano i corpi mummificati di faraoni e dignitari nell'antico Egitto: da un lato, i geroglifici sulle pareti delle tombe, ad esaltare ricchezza e potenza del defunto; dall'altro, gli appunti di vita quotidiana annotati sui papiri che racchiudevano, in forma di sarcofagi o maschere funerarie, i corpi bendati per l'aldilà.

Questo secondo ordine di testimonianze è rimasto illeggibile a lungo, complici i gessi, le colle e le colorazioni usate per decorare le mummie. Ora alcuni ricercatori dell'University College London sono riusciti a decifrare le scritte su alcuni di questi papiri "di seconda mano", grazie a una nuova tecnica di scansione che legge le parole nascoste lasciando intatti reperti.

Segreti da rivelare. Il Deep Images Mummy Casings Project - così è stato chiamato il progetto - si basa su uno scanner che utilizza diverse lunghezze d'onda per penetrare negli strati di papiro ricoperti di intonaco (il cartonnage) che avvolgono le mummie. La tecnica fornirà una vista inedita sulla vita quotidiana dell'antico Egitto: i papiri utilizzati per scopi pratici, come redigere liste o tenere traccia delle tasse versate, venivano poi riciclati come cartapesta, per confezionare e proteggere i corpi dei defunti.

Questa carta riutilizzata conservava quindi tracce di vita "vera", al di là della propaganda. Nel primo papiro analizzato - su di una mummia di oltre 2.000 anni fa conservata nel museo del castello di Chiddingstone, nel Kent - è stata individuata la scritta, in geroglifici, Irethorru: un nome comune nell'antico Egitto, che significa "l'occhio di Horus è contro i miei nemici".

5 gennaio 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us