Storia

I carnivori prigionieri delle piramidi di Teotihuacan

Ossa di puma, aquile e lupi rinvenute sotto alle piramidi del Sole e della Luna: tenuti in cattività, i predatori erano utilizzati in sacrifici umani e animali.

I resti di quasi 200 animali carnivori sono stati rinvenuti nei tunnel sotto alle famose Piramidi del Sole e della Luna di Teotihuacan, un importante sito precolombiano a 40 km da Città del Messico. Tra le ossa trovate durante gli scavi condotti tra il 1998 e il 2004 figurano scheletri di puma, lupi e aquile, molti dei quali presentano i segni di un trattamento brutale inferto dall'uomo. I reperti sono stati descritti in un articolo su PLOS One.

Brutta fine. Secondo gli antropologi dello Smithsonian Institute e dell'Università della California di San Diego, autori dello studio, gli animali furono sepolti qui come offerte sacrificali in varie fasi della costruzione delle piramidi, o erano utilizzati per sbranare gli esseri umani destinati al secrificio (un'ipotesi suffragata da antichi disegni che mostrano puma coperti di abiti cerimoniali mentre divorano cuori umani).

Mais e carne umana. L'analisi isotopica delle ossa, e in particolare la massiccia presenza di alcuni atomi di azoto, hanno confermato che gli animali dovevano nutrirsi di esseri onnivori, come uomini o cani. La presenza dell'isotopo del carbonio C₄ sembra invece indicare che gli animali mangiavano anche grandi quantità di mais: dovevano quindi essere tenuti in cattività.

Legate. In effetti, diversi reperti mostrano i segni di maltrattamenti operati dall'uomo: per esempio, diverse aquile sono state trovate con lesioni alle zampe, come se fossero state legate. Altri animali sarebbero invece stati preservati con tecniche simili all'imbalsamazione, come se fossero morti prima del tempo e poi sepolti con una cura particolare.

brutalità di antica data. Per gli scienziati, i reperti testimonierebbero i primi esperimenti di cattività condotti dalle popolazioni mesoamericane su carnivori predatori. Le ossa, risalenti al 150-350 d.C., precederebbero di oltre 1000 anni i più antichi reperti di animali carnivori prigionieri trovati nell'area: la prova che la domesticazione dei predatori veniva praticata anche molto tempo prima degli "zoo" aztechi di animali esotici destinati al sacrificio descritti dai primi conquistadores.

21 dicembre 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us