I Borgia: erano davvero così spietati?

Fatti e misfatti dei Borgia spiegati da una storica che risponde alla fatidica domanda: ma erano davvero così cattivi? I motivi di tanto accanimento verso la dinastia a cui Focus Storia n. 154 dedica il tema di copertina.

I Borgia sono passati alla Storia come una delle famiglie più perfide e corrotte del Rinascimento. Ma era vero? È a questa domanda che abbiamo voluto rispondere nel numero di Focus Storia 154 in edicola. Ancora nella prima metà dell’800, poco prima che cominciasse una riabilitazione dei Borgia, molti storici erano convinti che la storia del clan fosse stata solo una lunga sequenza di infamie.

 

Focus Storia 154
Su Focus Storia in edicola: un intero dossier dedicato ai Borgia (agosto 2019). | Focus Storia

Ma incesti, avvelenamenti e corruzione che vengono loro attribuiti furono reali? La verità, come spesso accade, sta nel mezzo visto che i metodi con cui avevano governato non erano molto diversi da quelli usati da molte altre grandi famiglie dell’epoca.

 

E allora, perché tanto accanimento contro di loro? Perché ai Borgia toccò la parte dei vinti, e la Storia, si sa, viene scritta dai vincitori. Insomma la loro leggenda nera nacque perché i primi a raccontarne la vicenda furono i loro nemici.

 

Nel podcast Carla Maria Russo, esperta e autrice del libro “Le nemiche” (Piemme), ci aiuta a capire meglio fatti e misfatti dei Borgia e approfondisce anche il controverso personaggio di Lucrezia.

 

Il podcast La Voce della Storia è curato e condotto da Francesco De Leo.

 

30 luglio 2019 | Anita Rubini