Storia

Gli Europei, figli di cavalieri delle steppe

Nel nostro DNA ci sono tracce di un'antica popolazione di nomadi-guerieri, gli Yamnaya, giunti a cavallo dalle pianure dell'Est, che ebbero facile presa sulle donne d'Europa.

Nel genoma dei moderni europei ci sono tracce importanti della massiccia migrazione di una popolazione che raggiunse il continente dalle steppe orientali a partire da 5.000 anni fa. Erano gli Yamnaya: uomini armati e a cavallo, guerrieri esperti nell'arte della metallurgia che arrivarono in ondate successive, senza famiglie al seguito, e si incrociarono con le donne europee, lasciando un'eredità genetica duratura nei loro discendenti.

flussi successivi. Il nostro DNA conserva tracce di tre grandi ondate migratorie. La prima è quella dei cacciatori-raccoglitori che popolarono il continente circa 37.000 anni fa, poi fu la volta degli agricoltori giunti dall'Anatolia 9.000 anni fa. In entrambi i casi, questi popoli non si mischiarono particolarmente con il sostrato precedente, perché migrarono con le proprie famiglie.

La marcia degli uomini. Infine, 5.000-4.800 anni fa, fu la volta degli Yamnaya (o Cultura di Jamna), provenienti dalle attuali Russia e Ucraina. Portavano con loro conoscenze preziose: la lavorazione dei metalli, la capacità di domare i cavalli e la lingua proto-indoeuropea (all'origine di tutti gli idiomi europei attuali). Si mischiarono fin da subito con gli antichi europei.

Secondo uno studio dell'università di Uppsala (Svezia), pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, si trattò della migrazione di uomini in guerra, giunti con i loro carri e destrieri, senza alcuna o quasi componente femminile.

A confronto. I ricercatori hanno tratto da studi precedenti i dati genetici relativi a 20 antiche popolazioni europee vissute dopo la migrazione dei contadini dell'Anatolia (tra i 6.000 e i 4.500 anni fa) e a 16 popolazioni successive all'arrivo degli Yamnaya (tra i 3.000 e i 1.000 anni fa). Hanno comparato le differenze nel rapporto tra il DNA ereditato dai cromosomi X e quello legato ai cromosomi che non partecipano alla determinazione del sesso, gli autosomi. Questa tecnica è servita a rivelare la proporzione di donne e uomini nelle antiche ondate migratorie.

Spavaldi e single. Si è visto così che, mentre i contadini dell'Anatolia arrivarono con donne e uomini in pari rapporto, gli Yamnaya giunsero con una proporzione uomini-donne di 10 a 1: più sbilanciata persino di quella dei conquistadores spagnoli nel Nuovo Mondo. Tra le ragioni, forse, la natura guerriera: la domesticazione del cavallo era un fatto recente, così come l'introduzione della ruota - più cose da guerrieri che soluzioni per famiglie.

Questi uomini guerrieri esercitarono fascino sulla popolazione femminile locale, complici forse le innovazioni tecnologiche - come i cavalli e la lavorazione del rame e di altri metalli - che portavano con loro.

22 febbraio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us