Storia

Giulio Natta: il "padre" della plastica, materiale rivoluzionario oggi croce del nostro pianeta

Sessant'anni fa Giulio Natta ricevette il Nobel per la Chimica per aver creato il polipropilene, usato (purtroppo) ancora oggi per oggetti di uso quotidiano.

L'unico italiano ad aver ricevuto il Premio Nobel per la Chimica, nel 1963, risponde al nome di Giulio Natta (1903-1976). L'ingegnere ligure originario di Porto San Maurizio (Imperia), laureato in ingegneria chimica al Politecnico di Milano, divenne famoso negli anni Sessanta per aver realizzato la materia plastica più diffusa al mondo: il polipropilene. Oltre al Nobel, l'ingegnere ligure ricevette per il suo lavoro cinque lauree honoris causa in Chimica da quattro Paesi diversi: Italia, Germania, Belgio e Stati Uniti.

La carriera. Subito dopo la laurea ottenuta al Politecnico nel 1924, Natta portò avanti importanti studi sui catalizzatori riuscendo a mettere a punto un processo di sintesi del metanolo, un importante combustibile, solvente e reagente in numerosi processi chimici industriali. Nel 1932 presso l'Università di Friburgo entrò poi in contatto per la prima volta con la chimica macromolecolare, ambito fondamentale dei suoi successivi studi.

L'era della plastica. Ottenuta nel 1939 la cattedra di chimica industriale al Politecnico di Milano, proseguì le sue ricerche sui polimeri a struttura cristallina e, una volta conclusa la guerra, avviò una collaborazione con lo stabilimento Montecatini di Merano che lo portò a conseguire la sua invenzione più importante: il polipropilene isotattico, un materiale che diede il via all'era della plastica e che fu commercializzato con grande successo con il nome Moplen.

Invenzione rivoluzionaria. Natta riuscì a ottenere questo prodotto di sintesi, che si distingueva dagli altri per le eccellenti proprietà chimiche e meccaniche, grazie a una tecnica rivoluzionaria chiamata "polimerizzazione stereospecifica", che sviluppò in collaborazione con lo scienziato tedesco Karl Ziegler, premiato dall'Accademia reale svedese nello stesso anno.

Croce e delizia. Trattandosi di un prodotto non biodegradabile, la plastica oggi rappresenta un grosso problema per la salute del Pianeta, ma al tempo di Natta (erano gli anni del boom economico) non era così. La plastica si rivelò un materiale utile e versatile, che poteva avere una vasta quanto eterogenea gamma di applicazioni, dall'imballaggio all'industria automobilistica, dall'elettronica all'aviazione, fino agli oggetti di uso quotidiano, come piatti e giocattoli, diventando simbolo di modernità e progresso.

12 dicembre 2023 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us