Speciale
Domande e Risposte
Storia

Ma i Romani facevano davvero il "saluto romano"?

Quello che oggi chiamiamo "saluto romano" (che fu adottato da fascisti e nazisti) ha un'origine diversa da quella che si immagina... E ha a che fare con l'arte.

Che i Romani si salutassero davvero con il cosidetto saluto romano - adottato poi dal regime fascista e quindi dal nazismo per un collegamento propagandistico con i fasti dell'Impero Romano - si tratta soltanto di un falso mito: nessuna testimonianza o reperto alludono, infatti, al gesto del braccio destro teso e alzato. 

Leggi Focus Storia 163 (Maggio - 2020), in edicola e in digitale © Focus Storia

L'equivoco nacque in epoca moderna, a partire dal successo del dipinto Il giuramento degli Orazi (1784), di Jacques-Louis David, esposto al Louvre di Parigi, dove sono rappresentati tre fratelli romani, gli Orazi, che con un braccio teso prestano un giuramento col padre. Questo equivoco, poi, si diffuse ulteriormente attraverso la letteratura e il cinema.

Come stai? Com'erano allora i saluti al tempo dei Romani? Abbastanza simili ai nostri. Sappiamo infatti che i militari si portavano la mano destra all'altezza dell'elmo e che amici e familiari ricorrevano ad abbracci e baci, mentre gli sposi, all'atto del matrimonio, si stringevano solennemente la mano destra.

Nessuna traccia dunque di saluti romani, fatta eccezione per un gesto simile a una benedizione, talvolta accennato da generali e imperatori, in occasione dei discorsi pubblici.

3 maggio 2020
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us