Storia

Dove è sepolto Cristoforo Colombo?

Non è chiaro dove si trovino i resti del navigatore. Ancora oggi Spagna e Repubblica Dominicana se li contendono.

Non si sa con certezza dove sia sepolto Cristoforo Colombo, in quanto sostengono di custodirne i resti sia la città spagnola di Siviglia sia l’isola caraibica di Hispaniola.

Alla sua morte, nel 1506, l’esploratore fu sepolto in Spagna, nella città di Villadolid, ma per rispettarne le ultime volontà nel 1537 fu portato sull’isola di Hispaniola, nei Caraibi, allora colonia iberica. Fin qui tutte le cronache sembrano concordare.

Quando però nel 1795 la Francia assunse il controllo di Hispaniola, sembra che i resti del navigatore siano stati spostati a Cuba, dove sarebbero rimasti fino all’inizio della guerra ispano-americana, per tornare infine in Spagna nel 1877, a Siviglia.

Contese. La Repubblica Dominicana sostiene invece che il corpo non sia mai stato trasferito da Hispaniola, e porta a testimonianza il ritrovamento di una cassa nella Cattedrale di Santo Domingo con l’iscrizione “resti del glorioso ed eminente Cristobal Colon”. Nel 2006 è stata effettuata l’analisi del Dna sulle ossa di Siviglia, che ha rivelato corrispondenza con quelle del fratello Diego. Ma la Repubblica Dominicana ne ha contestato la validità, chiedendo un confronto, non ancora eseguito, anche con quelle conservate a Hispaniola.

12 ottobre 2015
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us