Storia

Da quando gli uomini comandano?

Una discussione sul ruolo della donna e sul perché oggi il suo peso nella società può cambiare.

Viviamo in società patriarcali e per un uomo è molto più facile che per una donna arrivare ai vertici del comando. La questione, molto complessa, è trattata in un articolo del New Scientist che fa il punto su studi precedenti e che parte da un assunto ben noto: il predominio maschile è questione antica, iniziata 12.000 anni fa.

Come gli scimpanzè? La società degli scimpanzé non è una rappresentazione di quella dei nostri antenati, ma quella struttura sociale aiuta a capire qualcosa in più sull'equilibrio tra i sessi.

Nelle comunità di quei primati comanda il maschio secondo una logica patriarcale: i maschi dispongono delle femmine, prendono il loro cibo, copulano forzatamente con loro e arrivano a ucciderle.

Secondo gli studiosi, questi comportamenti si possono spiegare con il fatto che i maschi trascorrono la vita nel gruppo in cui sono nati, mentre le femmine si inseriscono nel clan del partner. Questo non è senza conseguenze: il branco maschile è più coeso, perché nel corso del tempo ha imparato a cooperare rinsaldando i legami interni.

8 marzo, festa della donna, Giornata internazionale della donna
A sinistra un manifesto per la giornata della donna dell'8 marzo 1914. A destra la copertina della Domenica del Corriere racconta del primo congresso delle Donne Italiane (1908). Vedi: Femminismo e Festa della Donna.

Residenza patrilocale. In qualche modo c'è un parallelismo con la società degli uomini: dove le donne si trasferiscono a vivere con la famiglia del compagno, gli uomini tendono ad avere più potere e privilegi e si crea quella che gli studiosi definiscono residenza patrilocale, strettamente connessa al patriarcato.

Se con le prime società stanziali le donne avessero scelto, o avessero avuto la possibilità di restare nel gruppo in cui erano cresciute ci sarebbero state probabilmente società più egualitarie.

Uniti si vince. Se ciò non è avvenuto fu però per "ragioni di sicurezza": secondo alcuni studi le cose si sono messe in questo modo circa 12.000 anni fa, con l'avvento dell'agricoltura e delle società stanziali, quando divenne prioritario difendersi. È possibile che fu allora che le donne "rinunciarono a fare squadra", lasciando il potere passare progressivamente nelle mani degli uomini, che scelsero di vivere in clan: padri, figli e i maschi imparentati decisero di stare vicini gli uni agli altri, e il loro potere fu rinsaldato dalla decisione di tramandare la proprietà in linea maschile.

Il dominio maschile non è insomma una "condizione naturale". Se si è affermato è perché tra le donne è mancata una rete solidale, e in questo modo sono diventate subordinate agli uomini.

Infermiere italiane in ospedale da campo, cartolina del 1915: ritratto di una professione tra bisogni, mode e stereotipi. © National Library of Medicine

Bonobo femministe? Che la cooperazione sia fondamentale lo conferma un'altra società di primati, quella dei bonobo: un esempio di società patrilocale dominata dalle femmine. Queste hanno una stazza inferiore, pesano il 15% in meno dei maschi e hanno quindi meno forza fisica. Eppure riescono a imporsi, perché cooperano e creano alleanze.

Anche in questo caso ci sono dei parallelismi possibili: cooperazione e condivisione di esperienze e iniziative sono le chiavi di volta per arrivare a una società più giusta ed equilibrata, anche passando attraverso la "giustizia" - come hanno mostrato recenti iniziative come #MeToo.

29 aprile 2018 Giuliana Rotondi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

ll ritratto, le scoperte, il viaggio sul brigantino Beagle di Charles Darwin, il grande naturalista che riscrisse le leggi della vita e sfidò il pensiero scientifico e religioso del suo tempo. E ancora: la mappa delle isole linguistiche in Italia, per capire dove e perché si parla cimbro, occitano, grecanico o albanese; niente abiti preziosi, gioielli e feste: quando l'ostentazione del lusso era vietata; ritorno a Tientsin, un angolo di Cina “made in Italy”.

ABBONATI A 29,90€

La scienza sta già studiando il futuro di chi abiterà il nostro Pianeta. Le basi lunari e marziane saranno il primo step per poi puntare a viaggi verso stelle così lontane da richiedere equipaggi che forse trascorreranno tutta la vita in astronavi-città. Inoltre: quanto conta il sesso nella vita di coppia; i metodi più efficaci per memorizzare e ricordare; perché dopo il covid l'olfatto e il gusto restano danneggiati. E come sempre l'inserto speciale Focus Domande&Risposte ricco di curiosi quesiti ai quali rispondono studi scientifici.

ABBONATI A 29,90€
Follow us