Da dove derivano i semi delle carte napoletane?

Pare che arrivino dalla Turchia.

carte

Secondo un’ipotesi largamente diffusa i semi delle carte napoletane rappresentano le classi sociali del Medioevo: coppe il clero, denari i mercanti, spade i soldati e bastoni i contadini e avrebbero un’origine asiatica.

 

Semi d’Oriente. Si pensa infatti che siano stati portati nell’Italia Meridionale nel XII secolo dai Mamelucchi, i soldati di origine turca al servizio del Saladino.

 

Nei mazzi di carte dei Mamelucchi infatti vi erano 4 semi simili a quelli napoletani: dhiram, che era una valuta araba, divenuta per noi “denari”; suyûf erano le scimitarre, le napoletane “spade”; jawkân, ovvero i bastoni da polo, antenati dei nostri “bastoni”; tûmân che era simboleggiato da “coppe”.

 

I semi francesi delle carte (cuori, quadri, fiori e picche) ebbero invece origine più tardi.

 


È in edicola il nuovo numero di Focus Storia Domande & Risposte con centinaia di curiosità e risposte alle domande storiche più curiose e inaspettate! Sfoglia l'anteprima.

 

03 Gennaio 2018 | Focus Storia D&R

Codice Sconto

Come vengono girate

 

le scene di SESSO 
 

dei FILM?