Chernobyl: Focus nel cantiere del nuovo Sarcofago

L'area della ex centrale nucleare di Chernobyl e il cantire di costruzione del New Safe Confinement, il nuovo Sarcofago. Vedi anche: la cronistoria della catasrofe nucleare e il video reportage di Focus dal cantiere.

Il monumento in onore dei pompieri che il 26 aprile del 1986 entrarono nell'edificio del reattore quattro per impedire all'incendio di estendersi all'edificio numero 3.

Simbolismo ex-sovietico: la scultura installata sulla palazzina centrale degli uffici di Chernobyl rappresenta una "particella" di energia atomica.

Le condotte d'acqua del sistema di raffreddamento del reattore 3, che rimase operativo fino ai primi anni novanta.

Copertura della volta esterna del nuovo sarcofago, che da progetto sarà completato entro il 2017: la struttura è quella di un doppio mezzo cilindro. Vedi: il video reportage di Focus dal cantiere.

Internamente, gli archi vengono protetti con lastre di lexan, resina termoplastica in policarbonato resistente alle alte temperature e refrattaria al deposito e all'accumulo di particelle radioattive.

Un dettaglio della posa delle lastre di lexan.

Al termine del turno giornaliero, il rientro è verso il nulla: per svariati chilometri l'area attorno al cantiere è disabitata e off-limits.

Dettagli della struttura del nuovo sarcofago.

Dettagli della struttura del nuovo sarcofago. Gli addetti olandesi e ucraini, al centro della foto, aiutano a farsi un'idea delle dimensioni della struttura.

Dettagli della struttura del nuovo sarcofago. Tecnici al lavoro su muletti e binari che permetteranno lo scivolamento di 180 metri del nuovo sarcofago sopra a quello vecchio.

Dettagli della struttura del nuovo sarcofago.

Dettagli della struttura del nuovo sarcofago.

La posa dei binari di scorrimento del nuovo sarcofago. Sullo sfondo, l'edificio del reattore, separato dal cantiere da un "muro" temporaneo per proteggere le maestranze dalle radiazioni.

Dettagli della struttura del nuovo sarcofago.

Una visione d'insieme della struttura del nuovo sarcofago.

Simbolismo ex-sovietico: la città dell'atomo. Alle spalle della scultura, il reattore numero quattro.

Il primo sarcofago, coraggiosamente costruito direttamente attorno e sopra l'edificio distrutto dall'esplosione del reattore numero quattro: vedi la cronistroria dell'eplosione.

Il monumento in onore dei pompieri che il 26 aprile del 1986 entrarono nell'edificio del reattore quattro per impedire all'incendio di estendersi all'edificio numero 3.