Com'è oggi Chernobyl, tanti anni dopo il disastro

Il viaggio fotografico di Roberto Tumini, lettore di Focus, a Prypiat e nella zona di Chernobyl. Vedi su Focus.it: la storia del disastro, immagini esclusive, il nuovo sarcofago...

Chernobyl 2016. Benvenuti a Prypiat, 3 km in linea d'aria dal reattore 4 della centrale nucleare di Chernobyl, esploso il 26 aprile 1986.

Benvenuti a Prypiat, con i suoi supermercati.

I palazzi di edilizia sovietica.

Le cassette delle lettere...

... e la posta mai ritirata.

I ballatoi.

L'auditorium...

... e i distributori di bevande.

Benvenuti nella biblioteca...

... e sui banchi di scuola.

Nelle stanze dei bimbi...

... nel luna park...

... e sulla ruota panoramica.

Benvenuti in piscina...

... nei posteggi...

... e nel parco giochi.

Tra i fantasmi della guerra fredda...

... e, poco distante, la gigantesca ex antenna del sistema antimissili.

E il reattore 4 della centrale nucleare di Chernobyl: aprile 2016, 30 anni dopo, col primo sarcofago in cemento che si sta letteralmente polverizzando per effetto del calore radiattivo. E in primo piano il monumento alla memoria dei "biorobot", gli eroi di Chernobyl, che per fare in fretta in quei primi giorni lavorano in prossimità del nucleo dell'esplosione, anche senza protezioni, pur sapendo che così avranno i giorni contati: sono loro che permettono di realizzare i primi contenimenti di emergenza.

Il nuovo sarcofago: quando sarà completato, verrà fatto scivolare sopra al vecchio, e dovrebbe garantire altri 80 anni di protezione dalle radiazioni. Guarda come è stato costruito.

Chernobyl 2016. Benvenuti a Prypiat, 3 km in linea d'aria dal reattore 4 della centrale nucleare di Chernobyl, esploso il 26 aprile 1986.