Storia

Che cosa è stata la Primavera di Praga?

La Primavera di Praga è stato un periodo del 1968 durante il quale ai cittadini dell'allora Cecoslovacchia furono riconosciute maggiori libertà. Ma durò poco...

Per "Primavera di Praga" si intende la stagione riformista cecoslovacca durata dal 5 gennaio 1968, il giorno dell'elezione di Alexander Dubček alla guida del Partito comunista cecoslovacco, fino al 20 agosto dello stesso anno, quando l'esercito dell'Urss e degli alleati del Patto di Varsavia occupò il Paese.

Un fatto che rientrava nella politica estera dell'Urss di allora, guidata dalla "dottrina Breznev": negli Stati del Patto di Varsavia dovevano andare al potere governi allineati.

Brusca frenata. Le riforme di Alexander Dubček (il "Socialismo dal volto umano") erano considerate una minaccia. Il suo programma, pur mantenendo il sistema economico collettivista, aveva permesso la nascita di altri partiti politici oltre a quello comunista, la libertà di stampa (abolì la censura) e di espressione. Nella notte tra il 20 e il 21 agosto 1968, l'Armata Rossa entrò a Praga e nel resto della Cecoslovacchia.

La gente scese in strada e iniziò la protesta disarmata, cercando di parlare con i soldati. Dubček, il Primo ministro Oldrich Cernik e il Presidente Ludvik Svoboda furono trasferiti a Mosca.

Status quo. Al ritorno, Dubček rese noti gli Accordi di Mosca, che in sostanza riportavano alla situazione precedente la Primavera e che prevedevano il mantenimento di divisioni sovietiche in Cecoslovacchia. Nell'aprile del 1969 Dubček fu sostituito da Gustav Husák. Tre mesi prima Jan Palach, uno studente di filosofia, si era dato fuoco in piazza San Venceslao a Praga per protestare contro l'occupazione sovietica.

20 agosto 2022 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us