Storia

Centinaia di giare di vino nella tomba di Meret-Neith: la prova che fu il primo faraone donna?

I preziosi vasi con tracce di vino di 5.000 anni fa trovati nella tomba della regina, ad Abydos, potrebbero dimostrare che fu la donna più potente dell'antico Egitto.

Una ricerca e una nuova scoperta di vino vecchio di 5.000 anni in un'antica tomba egiziana ha portato gli archeologi a una conclusione sorprendente. Vi sarebbero le evidenze che il luogo di sepoltura ad Abydos, nell'Egitto centrale, possa, in realtà, essere il luogo di riposo finale di un "re-donna" dimenticato dell'Egitto: Meret-Neith, molto prima dunque, della più nota regina Hatshepsut. Suo marito, il re Djet, e il figlio, re Den, furono tra i sovrani della prima dinastia dell'antico Egitto, ma recenti scavi suggeriscono che anche lei potrebbe aver detenuto un tale potere, piuttosto che essere semplicemente la "moglie-regina di Djet".

Le prove anche nel vino. Se ulteriori ricerche confermassero ciò, sarebbe la prima donna sovrana dell'antico Egitto, anche se alcuni esperti contestano l'ipotesi perché affermano che "mogli e figlie non erano generalmente considerate in termini di successione reale", soprattutto agli inizi della storia d'Egitto. La scoperta della sua tomba colma di beni degni di un reale, tuttavia, comprese centinaia di vasi di vino sigillati, suggerisce che Meret-Neith fosse senza dubbio una figura molto influente con "livelli di autorità insolitamente alti". Le giare piene di semi d'uva, alcune delle quali straordinariamente ben conservate e ancora nella loro condizione originale, sono tra le più antiche testimonianze di vino mai scoperte.

Tutto ciò è stato portato alla luce da un gruppo di archeologi guidati da Christiana Köhler dell'Università di Vienna, la quale ha detto: «Il vino non era più liquido e al momento non siamo riusciti a determinare se fosse rosso o bianco. Abbiamo trovato molti residui organici, vinaccioli (semi dell'acino dell'uva) e forse tartaro, al momento in fase di ulteriori analisi scientifiche. Si tratta probabilmente della seconda più antica testimonianza diretta del vino». La ricercatrice ha aggiunto che gli scavi in atto hanno portato alla luce nuove ed entusiasmanti informazioni su questa donna unica e sul suo tempo. 

Tra il marito e il figlio. Grazie ad accurati metodi di scavo e a diverse nuove tecnologie archeologiche, gli esperti hanno anche potuto stabilire che il complesso tombale di Meret-Neith è stato costruito in diverse fasi e in un periodo di tempo relativamente lungo. Portato alla luce per la prima volta dagli archeologi nel 1900, si è scoperto che era stato realizzato con mattoni di fango, argilla e legno e comprende tombe di 41 cortigiani e servi. Questa è un'ulteriore prova di grande potere, ma non l'unica.

Le iscrizioni scoperte all'interno della tomba infatti, suggeriscono che Meret-Neith ricoprì una serie di importanti incarichi governativi intorno al 3000 a.C., incluso un ruolo nella conservazione del tesoro. Stando a chi sostiene l'ipotesi di Köhler, Meret-Neith potrebbe aver governato come reggente durante la giovinezza del figlio Den, il che sarebbe stato sufficiente perché questa regnante possa aver ricevuto un maestosa tomba nel primo cimitero reale egiziano, ad Abydo. 

8 novembre 2023 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us