Storia

Armi chimiche? Niente di nuovo

Dal veleno di Idra all'antrace: la storia delle armi battereologiche affonda le radici nel mito...

Armi chimiche? Niente di nuovo
Dal veleno di Idra all'antrace: la storia delle armi battereologiche affonda le radici nel mito...

Ercole nell'atto di uccidere Idra di Lerna, opera di Guido Reni che risale al 1620-21.
Ercole nell'atto di uccidere Idra di Lerna, opera di Guido Reni che risale al 1620-21.

Frecce potenziate con veleno di serpente, bombe di scorpioni, fuochi accesi per intossicare i civili, impestati mandati a bussare alle porte di città nemiche: sono questi i primordi delle tanto famigerate armi chimiche, secondo la studiosa americana Adrienne Mayor. Lo spiega nel suo nuovo libro “Greek Fire, Poison Arrows and Scorpion Bombs: Biological and Chemical Warfare in the Ancient World”, dove traccia le origini e la storia della guerra e, in particolare, dell'uso di armi chimiche e biologiche.
Tra storia e mito. La ricostruzione storica si incrocia con il mito e in particolare con una delle sette fatiche di Ercole, quella che consisteva nell'uccidere Idra di Lerna, terribile serpente a nove teste, di cui una immortale. Una volta ucciso il mostro, Ercole avrebbe intinto le punte delle sue frecce nel veleno contenuto nella testa immortale di Idra: in questo modo dal suo arco partivano armi in grado di infliggere ferite inguaribili.
Ad avvalorare ulteriormente la tesi della Mayor sarebbe l'etimologia della parola “tossico” che non deriverebbe dal termine greco toxicòn (veleno), ma da toxon (freccia), a memoria delle inesorabili frecce erculee.
Lotta senza frontiere. Sull'opportunità di usare questo genere di armi così poco ortodosse anche gli antichi avevano qualche remora e relegavano questi mezzi a “ultima spiaggia” prima della capitolazione.

(Notizia aggiornata al 9 ottobre 2003)

8 ottobre 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us