Storia

I nuovi misteri della Piramide di Cheope

Un gruppo di ricercatori giapponesi afferma di aver trovato due nuove stanze a oltre 100 metri d’altezza, ma ci sono molti dubbi.

Un gruppo di ricercatori afferma di aver scoperto due cavità finora sconosciute nella Piramide di Cheope (Khufu), nota anche come Grande Piramide, è la più antica (e grande) delle tre piramidi principali della necropoli di Giza: lo scopo e il contenuto delle cavità è, naturalmente, un mistero.

L'interesse suscitato dall'annuncio è notevole, ma la scoperta non convince molti degli archeologi che da tempo studiano le piramidi, a partire da Zahi Hawass, ministro egiziano delle antichità e grande esperto di egittologia.

Stando allo Scan Pyramids Project, un progetto sostenuto da ricercatori giapponesi a cui partecipa anche la Facoltà di ingegneria dell'università del Cairo, un primo vuoto si troverebbe in prossimità della parete nord della piramide, mentre il secondo sarebbe stato localizzato sull'angolo nord-est, a circa 105 metri altezza.

La struttura nota della Piramide di Cheope (Khufu). La piramide, costruita dal faraone Cheope oltre 4.500 anni fa, originariamente alta 146 metri, è oggi ridotta a 138 metri a causa dell'erosione e della perdita di alcuni massi sommitali.
Dallo Scan Pyramids Project: le aree rosse identificherebbero le cavità sconosciute a circa 100 metri dal suolo.

Grazie ai muoni. La tecnica utilizzata dai ricercatori sfrutta la densità di muoni (particelle fondamentali con carica negativa) intercettati dagli strumenti rilevatori posti lungo i quattro lati della piramide.

Ogni minuto su ogni metro quadro di superficie terrestre "cadono" circa 10.000 particelle, prodotti anche dall'interazione dei raggi cosmici con gli atomi che compongono l'atmosfera terrestre superiore. La maggior parte di queste particelle può attraversare centinaia di metri di roccia senza interferire con niente altro: misurando la quantità di muoni che attraversano la Piramide è possibile identificare la presenza di spazi vuoti. Applicando questa tecnologia, e stando ai ricercatori, si è riusciti ad identificare le due stanze finora sconosciute.

Le critiche. «È possibile che, anziché avere dei vuoti, ci siano degli spazi con massi più piccoli rispetto al resto della piramide e questo potrebbe originare le anomalie osservate», è il commento di Nicholas Reeves, un noto egittologo che studia la Grande Piramide da oltre 30 anni.

Per questo motivo il ministro Hawass ha chiesto ulteriori ricerche, per evitare l'errore dell'anno scorso, quando uno studio condotto con tecniche simili portò ad affermare che nella tomba di Tutankhamon esistevano cavità inesplorate, interpretate come la tomba di Nefertiti. Ricerche più approfondite portarono alla conclusione che non vi erano né cavità né tombe sconosciute.

19 ottobre 2016 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Napoleone tenne in scacco tutte le monarchie d'Europa. Poi, a Waterloo, la resa dei conti. Chi erano i nemici dell'imperatore dei francesi? Come formarono le alleanze e le coalizioni per arginarlo? E perché tutti temevano la Grande Armée? Su questo numero, la caduta di Napoleone raccontata attraverso i protagonisti che l'hanno orchestrata.

ABBONATI A 29,90€

Miliardi di microrganismi che popolano il nostro corpo influenzano la nostra salute. Ecco perché ci conviene trattarli bene. E ancora: come la scienza affronta la minaccia delle varianti di CoVID-19, e perché, da sempre, l'uomo punta al potere. Inoltre, in occasione del 20° anniversario della sua seconda missione in orbita, l’astronauta italiano Umberto Guidoni racconta la sua meravigliosa odissea nello spazio.

ABBONATI A 29,90€

Vi siete mai chiesti quante persone stanno facendo l'amore in questo momento nel mondo? O quante tradiscono? E ancora: Esistono giraffe nane? Cosa sono davvero le "scie chimiche" degli aerei? E quanto ci mette il cibo ad attraversare il nostro copo? Queste e tante altre domande & risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, in edicola tutti i mesi. 

ABBONATI A 29,90€
Follow us