Storia

Egitto: ritrovati 10 coccodrilli mummificati in modo insolito

In una necropoli ad Assuan, in Egitto, sono stati ritrovati i resti di dieci coccodrilli molto ben conservati e mummificati in un modo diverso dal solito.

Nella necropoli egizia di Qubbet-al-Hawa sono stati rinvenuti i resti mummificati di dieci coccodrilli, seppelliti probabilmente 2.500 anni fa. Gli esemplari, appartenenti a due specie diverse, vennero probabilmente offerti in dono al dio della fertilità Sobek. I dettagli della scoperta sono stati pubblicati su PLOS One.

Mummificazione atipica. L'aspetto più interessante del ritrovamento è il fatto che i coccodrilli sono stati mummificati in modo diverso dal solito: se è vero infatti che non è la prima volta che gli archeologi rinvengono mummie di animali (come ibis, gatti e babbuini), normalmente i loro corpi sono imbottiti e ricoperti di resina e avvolti in teli di lino. In questo caso, però, non vi è traccia di resina, e questo permette agli archeologi di studiare a fondo gli animali. Il processo di mummificazione venne probabilmente realizzato depositando i coccodrilli sulla sabbia e lasciandoli seccare naturalmente, per poi ricoprirli con teli di lino o foglie di palma.

Coccodrillo mummificato ben conservato
La foto del coccodrillo mummificato meglio conservato. © De Cupere et al., 2023, PLOS ONE, CC-BY 4.0

Ben conservati. Un secondo aspetto interessante della scoperta è lo stato di conservazione dei dieci coccodrilli: «La maggior parte delle volte ho a che fare con piccoli frammenti», commenta Bea De Cupere, coordinatrice dello studio. «Trovare dieci coccodrilli in un'unica tomba è incredibile». E lo è ancora di più che uno dei dieci coccodrilli, lungo quasi due metri, sia quasi intero (vedi immagine qui sopra).

Datazione approssimativa. L'assenza della resina fa presumere agli archeologi che la morte dei coccodrilli sia avvenuta nel V secolo a.C., in epoca pretolemaica, prima cioè che la sostanza iniziasse a essere usata in modo massiccio nel processo di mummificazione. «La scoperta di queste mummie ci fornisce nuove informazioni sulla religione dell'Antico Egitto e su come venivano trattati questi animali quando venivano offerti agli dei», afferma Alejandro Jiménez Serrano, uno degli autori.

Lo studio presenta anche qualche limitazione, tra cui l'assenza nei reperti di DNA antico e radiocarbonio, cosa che rende impossibile effettuare un'analisi più approfondita e datare più precisamente i resti.

30 gennaio 2023 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us