Storia

A chi apparteneva la misteriosa necropoli preistorica scoperta al Circolo polare artico?

Gli indizi trovati in una necropoli preistorica vicino al Circolo polare artico ci portano a una misteriosa civiltà finlandese, ancora sconosciuta.

Una delle più grandi e insolite necropoli preistoriche mai scoperte fino a oggi in Nord Europa: è questa l'ipotesi avanzata da studio che ha analizzato un sito archeologico nel bel mezzo delle fredde foreste del Nord della Finlandia. Secondo i ricercatori, il cimitero risalirebbe a ben 6.500 anni fa e avrebbe ospitato una comunità di cacciatori-raccoglitori, anche se non sono ancora venuti alla luce resti umani.

Dove? Situata al confine con il Mar Baltico, appena 80 km a sud del Circolo polare artico, questa non è una località nuova agli archeologi. I primi ritrovamenti risalgono infatti al lontano 1959, quando un gruppo di operai rinvenne per caso degli utensili di pietra nei pressi della cittadina di Simo, in un sito chiamato Tainiaro. Gli scavi condotti nei decenni successivi scoprirono una grande quantità di reperti preistorici, tra cui oggetti in pietra, ceramiche e ossa di animali. Basandosi su analisi di archivio e su recenti missioni compiute sul campo, la nuova ricerca, pubblicata sulla rivista Antiquity, teorizza la presenza in loco di una misteriosa necropoli dell'Età della Pietra.

Indizi archeologici. Secondo Aki Hakonen, l'archeologo dell'Università finlandese di Oulu che ha guidato l'indagine, un indizio importante per supportare questa tesi (oltre ai manufatti), sono state più di 120 fosse scavate nel terreno e coperte da sedimenti nel corso dei secoli. La maggior parte delle buche è di forma rettangolare e aveva dimensioni di circa 2 metri di lunghezza e 80 cm di profondità. In alcune c'erano tracce di incendi, in altre erano invece visibili dei residui di cenere e di ocra rossa, un pigmento minerale ferroso utilizzato per millenni da varie popolazioni nell'ambito di riti funerari.

Tainiaro - Scavi archeologici
Gli scavi archeologici delle sepolture di Tainiaro, in Finlandia. © Aki Hakonen

Resti umani. Anche se a Tainiaro non è sopravvissuto nessun resto scheletrico umano, gli studiosi ritengono che ciò non escluda la presenza di un cimitero costruito da comunità nomadi di cacciatori-raccoglitori che abitavano quelle regioni intorno al V millennio a.C. È infatti verosimile che l'acidità del terreno della zona abbia decomposto le spoglie umane sepolte, preservando solo i frammenti di ceramica e le ossa di animali bruciate.

Misteri da investigare. La forma dei "pozzi" finlandesi è risultata simile a quella di altre fosse sepolcrali preistoriche ed è stato ipotizzato che i defunti potrebbero esservi stati sepolti sdraiati sulla schiena o su un fianco con le ginocchia piegate. A rendere insolito il cimitero sarebbero infine diversi fattori, dalla sua posizione geografica alla misteriosa società del subartico che avrebbe concepito le sepolture, ancora totalmente sconosciuta.

Stando agli autori della ricerca, in futuro molti segreti potranno essere chiariti con ulteriori analisi scientifiche, che prendano per esempio in oggetto la composizione chimica del terreno e degli altri reperti rinvenuti.

21 dicembre 2023 Massimo Manzo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us