Mistero

La Stonehenge del Kazakhistan

Forse costruito dagli Unni, o forse solo occupato da qualche tribù nomade, il sito monumentale rischia l'oblio per mancanza di fondi.

Un interessante e al momento misterioso monumento archeologico da poco scoperto giace in Kazakistan, in attesa di fondi per essere ulteriormente studiato. Ricorda il sito neolitico di Stonehenge, anche se pare non essere così antico. Datato a circa 1500 anni anni fa, si estende su 120 ettari: la scoperta è di un team di archeologi del Mangistau State Historical and Cultural Reserve del Kazakistan e della Russian Academy of Sciences.

Andrei Astafiev, uno dei ricercatori, ammette che «a un primo esame non sembrava particolarmente importante, ma quando abbiamo iniziato a scavare siamo rimasti meravigliati per quello che abbiamo trovato».

Pietre di ogni dimensione. Si tratta di una grande quantità di lastre disposte in modo geometrico, con forme e dimensioni diverse tra loro. Le più piccole strutture in pietra misurano 4x4 metri, la più grande di 24x34 metri. Le lastre sono inserite in verticale nel terreno e alcune di esse presentano bassorilievi (disegni di armi) e altri simboli.

Uno dei settori del monumento del Kazakhistan. © Evgeniï Bogdanov

Gli archeologi hanno avuto notizia del sito nel 2010, quando un cercatore di metalli scoprì, col metal detector, pezzi di una sella d'argento vicino a una massiccia lastra di pietra che, sulla superficie frontale, mostrava un rilievo. Forse il racconto di quella stessa sella e del cavaliere che la usava... Il sito, però, deve ancora essere interpretato: gli studi sono per adesso interrotti per mancanza di finanziamenti.

Dopo le prime indagini, i ricercatori pensavano di avere trovato un piccolo reperto locale, forse la tomba di un capo locale. Solo nel 2014, durante una prima campagna di scavi, si resero conto di essere davanti a un sito esteso su di una superficie enorme. Chi lo ha costruito?

Opera degli Unni. A detta di alcuni degli archeologi potrebbe essere opera di una tribù nomade di Unni, nel periodo durante il quale l'impero romano era in decadenza. È noto che gli Unni saccheggiarono l'Asia e l'Europa orientale per più di seicento anni, tra il primo e il settimo secolo dopo Cristo, ed è noto anche che si lasciavano alle spalle imponenti monumenti.

C'è anche la possibilità che gli Unni si siano semplicemente impossessati del monumento, occupandolo e modificandolo, e in tal caso potrebbe essere ancora più antico. Nell'area sono state trovate sepolture che potrebbero fare luce sul quella storia, ma al momento non sono stati datati.

Tra le ipotesi dei ricercatori... di tutto e di più: potrebbe essere un semplice cimitero, oppure un mausoleo o ancora qualcosa di completamente diverso, una mappa del cielo o lo scrigno di un enorme tesoro.

.. Certo è che se venisse abbandonato e di nuovo dimenticato, non lo sapremo mai.

28 novembre 2016 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us