Mistero

Trovati per la prima volta in Europa i resti un bambino "vampiro" così piccolo

L'eccezionale scoperta in Polonia: il bambino "vampiro" aveva tra i 5 e i 7 anni. Fu seppellito a testa in giù con un lucchetto attaccato al piede per evitare che si risvegliasse e perseguitasse i vivi.

Abbiamo scoperto in Polonia i resti di un bambino "vampiro" vissuto nel XVII secolo: all'epoca era comune ritrovare tombe di presunti vampiri, seppelliti a testa in giù con lucchetti alle caviglie per evitare che scappassero e perseguitassero famiglia e vicini. Tuttavia è la prima volta che vengono rinvenuti in Europa i resti di un bambino "vampiro" così piccolo, morto probabilmente quando aveva tra i 5 e i 7 anni di età: la tomba, riporta Scientific American, è stata ritrovata nel villaggio di Pień, vicino alla città di Bydgoszcz.

Immobilizzato. Il bambino venne seppellito a faccia in giù – cosicché se si fosse risvegliato avrebbe mangiato la terra e avrebbe faticato a rialzarsi – e con un lucchetto agganciato probabilmente all'alluce. La tomba venne depredata poco dopo la sepoltura, e tutte le ossa furono rimosse a eccezione di quelle della parte inferiore delle gambe. La necropoli, scoperta 18 anni fa, ha restituito già un centinaio di tombe, tra cui quella di una presunta donna vampiro.

Nel XVII secolo era comune seppellire i corpi di chi era ritenuto un vampiro cercando di impedire che si rianimassero e perseguitassero i vivi: ad alcuni veniva tolto il cuore, altri venivano legati o bloccati con dei lucchetti a terra, altri ancora fermati da una sbarra di ferro. Quest'ultimo è il caso della donna vampiro ritrovata nel 2022 poco lontano dal bambino, anch'essa con un lucchetto agganciato a un dito del piede.

Vampiri e fantasmi. Secondo quanto spiega al New York Times Martyn Rady, storico dell'University College di Londra, la donna e il bambino non possono essere definiti veri e propri vampiri: «I vampiri hanno tre caratteristiche: sono fantasmi, si nutrono dei vivi e sono contagiosi». Secondo le leggende polacche, esisterebbero due tipi di fantasmi: gli upiór, simili a Dracula; e gli strzyga – delle specie di streghe, spiriti maligni femminili che mangiavano o bevevano il sangue degli umani.

Ebrei e lucchetti. Verso la fine del Medioevo divenne una sorta di tradizione in centro Europa – specie in Polonia − lasciare dei lucchetti nelle tombe. Questa abitudine continuò nelle comunità ebree polacche almeno fino alla Seconda Guerra Mondiale: l'obiettivo era impedire ai morti di parlare male o raccontare di questo mondo nell'aldilà. Secondo Dariusz Poliński, coordinatore degli scavi, il bambino e la donna ritrovati a Pień non erano ebrei: «Se lo fossero stati, li avremmo trovati in un cimitero ebraico», spiega.

Isolati. Perché i due vennero isolati un cimitero non cristiano, destinato ai reietti della società? Forse, spiega l'antropologa Lesley Gregoricka, fu a causa di uno stigma sociale, come il fatto di non essere battezzati, di essere morti suicidi, di avere avuto un comportamento strano in vita (pensiamo a tutte le malattie mentali che una volta erano trattate come "manifestazioni del diavolo") o di essere stati i primi a morire in un'epidemia.

21 settembre 2023 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us