Il cimitero nascosto sotto il supermarket

-

mass-grave-in-room-2-150-individualss044248459-300s044248392-300s044248368-300s044248382-300s044248375-300s044248398-300s044248412-300s044248420-300s044248428-300s044248432-300s044248446-300s044248452-300s044248440-300s044248362-300Approfondimenti
mass-grave-in-room-2-150-individuals

I lavori di ampliamento di un supermercato di Parigi hanno riportato alla luce i resti di circa 200 scheletri, che erano stati sepolti in una serie di fosse comuni.

s044248459-300

Non è stata una scoperta del tutto inattesa, perché lo store Monoprix, situato nella rinomata Boulevard de Sébastopol, sorge sui resti dell'Ospedale della Trinità, fondato nel 1202 e demolito nel 1817.

s044248392-300

I corpi appartenevano a persone di ogni età, adagiate in modo metodico su due file, per ottimizzare lo spazio. In tutto, nel luogo di sepoltura sono emerse otto fosse: una contenente 150 scheletri, e le altre con un numero di individui che varia da un minimo di 5 a un massimo di 20. Gli archeologi non escludono che allargando le ricerche possano affiorare altri resti.

s044248368-300

Secondo Isabelle Abadie, che guida gli scavi dell'Inrap, la scoperta suggerisce una possibile sequenza di "morti improvvise", sebbene sia difficile, al momento, stabilirne le cause – le prime osservazioni sugli scheletri non hanno evidenziato lesioni significative.

s044248382-300

Un'ipotesi verosimile sulle cause dei decessi porta dritta alle epidemie storiche di Parigi: la peste che ha colpito la popolazione nel XIV, XV e XVI secolo e il devastante contagio dovuto al vaiolo nel XVII secolo.

s044248375-300

Per validare le congetture, verranno ora condotte delle analisi sul DNA estratto dalle ossa, che dovrebbero fornire informazioni in più sulle origini dei decessi

s044248398-300

I corpi ritrovati a Parigi.

s044248412-300

Il ritrovamento potrebbe anche fornire degli spunti per aiutare gli studiosi a fare chiarezza sulle pratiche funerarie negli antichi ospedali francesi.

s044248420-300

I corpi ritrovati a Parigi.

s044248428-300

Gli archeologi non escludono che allargando le ricerche possano affiorare altri resti.

s044248432-300

Gli archeologi non escludono che allargando le ricerche possano affiorare altri resti.

s044248446-300

I corpi appartenevano a persone di ogni età, adagiate in modo metodico su due file, per ottimizzare lo spazio.

s044248452-300

Gli archeologi non escludono che allargando le ricerche possano affiorare altri resti.

s044248440-300

Il supermarket nei cui sotterranei è stata trovata la fossa comune. Non è stata una scoperta del tutto inattesa, perché lo store Monoprix, situato nei pressi della rinomata Boulevard de Sébastopol, sorge sui resti dell'Ospedale della Trinità, fondato nel 1202 e demolito nel 1817. I corpi riposavano nell'antico cimitero ospedaliero e secondo gli studiosi potrebbero appartenere alle vittime di una delle epidemie che afflissero la capitale francese nei secoli passati.

s044248362-300

Gli archeologi francesi si aspettavano di recuperare qualcosa (o meglio: qualcuno) sotto le fondamenta del supermercato, ma in proporzioni nettamente inferiori. Solène Bonleu, che fa parte del team di esperti, ha dichiarato al Guardian: «Essendo a conoscenza del cimitero, eravamo pronti a disseppelire qualche resto umano, ma non avremmo mai pensato di trovarne così tanti».

I lavori di ampliamento di un supermercato di Parigi hanno riportato alla luce i resti di circa 200 scheletri, che erano stati sepolti in una serie di fosse comuni.
05 Marzo 2015