I vincitori del World Press Photo 2015

Le foto dell'anno premiate dal World Press Photo il più prestigioso premio di fotogiornalismo del mondo. Ha vinto una foto molto intima di una coppia gay. I vincitori del 2014 - 2013 - 2011

01_madsnissen02_raphaelarosella03_asasjostrom04_sarkerprotick05_sergeiilnitsky06_ronghuichen07_albello08_paoloverzone09_anandvarma10_tomasvanhoutryveh14122872_413071946_17698_preview11_amivitale12_darcypadilla13_petemuller14_massimosestini15_jeromesessini16_baotailiang17_glennagordon18_bulentkilic19_yongzhichuApprofondimenti
01_madsnissen

Primo premio assoluto
La foto molto personale e profonda di una coppia omosessuale si aggiudica quest’anno il primo premio del World Press Photo. È il contesto dello scatto a dare il senso della scelta: Jon, 21 anni, e Alex, 25, vivono a San Pietroburgo, in Russia. La vita per le minoranze sessuali in Russia si fa sempre più difficile: queste persone sono costrette ad affrontare ogni giorno discriminazioni legali, sociali, molestie e crimini violenti da parte di gruppi nazionalisti o gruppi conservativi religiosi.

02_raphaelarosella

Primo premio - Categoria Ritratti (scatto singolo)
Laurinda, in attesa dell’autobus che la condurrà alla scuola domenicale. La giovane fa parte di una delle comunità più disagiate dell’Australia, minoranze segregate alle periferie dei grandi centri che soffrono povertà razzismo, violenza e problemi di dipendenza, oltre a problemi di accesso ai servizi sanitari e alle strutture assistenziali.

03_asasjostrom

Secondo posto - Categoria Vita quotidiana (scatto singolo)
Il giorno del compleanno di Igor e Artur, due gemelli orfani di 9 anni che vivono, insieme ad altri bambini nella stessa condizione, nella campagna moldava. Sette anni fa la loro madre li ha lasciati per andare a cercare lavoro a Mosca, dove è morta. Non hanno padre: un’intera generazione di bambini moldavi è stata abbandonata da giovani genitori che hanno lasciato il paese per trovare lavoro altrove.

04_sarkerprotick

Secondo posto - Categoria Vita quotidiana (Servizio fotografico)
John, il protagonista dello scatto, indossa la bombetta del nipote in una foto che racconta il passaggio di testimone tra le varie generazioni. Il cappello simboleggia l’eredità dei racconti che l’uomo, rimasto vedovo, trasmette alle generazioni successive: una foto sui toni del bianco in cui il tempo pare sospeso in una dimensione indefinita.

05_sergeiilnitsky

Primo premio - Categoria News generali (scatto singolo)
Una natura morta di drammatica attualità, in cui la morte e la guerra entrano con prepotente impatto: la scena viene da una cucina del centro di Donetsk, teatro di guerra nell’est dell’Ucraina nelle mani dei ribelli filorussi. Secondo le Nazioni unite, oltre 5.300 persone hanno perso la vita dall’inizio del conflitto nell’aprile scorso. La foto è stata scattata il 26 agosto 2014, quando colpi di artiglieria hanno ucciso tre persone, ferendone dieci.

06_ronghuichen

Secondo posto - Contemporary Issues (scatto singolo)
Il rosso non è quello del Natale ma delle polveri industriali che Wei, lavoratore cinese di 19 anni, è costretto a respirare ogni giorno nella fabbrica in cui lavora. Wei indossa e cambia quotidianamente 6 maschere e protegge il capo con un cappello (in questo caso, il berretto di Babbo Natale)

07_albello

Primo premio - Categoria Natura (scatto singolo)
L’attimo fuggente: Odell Beckham, numero 13 dei New York Giants si esibisce in un touchdown con una sola mano nel secondo quarto di un match di football americano contro i Dallas Cowboys al MetLife Stadium di East Rutherford, New Jersey. Qui sotto il video:

08_paoloverzone

Terzo posto - Categoria Ritratti (Servizio fotografico)
Donna cadetto dell’Accademia Militare di Koninklijke, in Olanda, una delle più importanti d’Europa. La foto è dell'italiano Paolo Verzone.

09_anandvarma

Primo premio - Categoria Natura (Servizio fotografico)
Quando le spore di questo particolare fungo atterrano su una formica, penetrano nel suo esoscheletro e arrivano fino al cervello, dove prendono il controllo e spingono l'insetto a lasciare il suo habitat naturale nella foresta per scalare un vicino albero. La formica morente, piena di spore fino a scoppiare, si assicura a una foglia o a un'altra superficie ideale per l'attecchimento del fungo: a questo punto le spore fanno esplodere il corpo e ricadono nei dintorni e sulle formiche sottostanti, innescando di nuovo il processo. Un esempio di insetti zombie controllati da parassiti intelligenti (almeno dal punto di vista evolutivo).

10_tomasvanhoutryve

Terzo posto - Categoria Contemporary Issues (scatto singolo)
Un gruppo di ragazzi californiani immortalati da un drone nel cortile della scuola. L'autore dello scatto ha voluto sorvolare con il proprio drone situazioni sociali - come matrimoni, funerali, gruppi di preghiera o gruppi impegnati in qualche attività fisica - analoghe a quelle in cui i droni dell'esercito americano hanno colpito dal 2004 ad oggi, in territori come Pakistan e Yemen.

h14122872_413071946_17698_preview

Secondo posto - Categoria Natura (servizio fotografico)Christian Ziegler è un fotogiornalista specializzato in storia naturale e scienza che lavora spesso per il National Geographic e GEO, il nostro cugino. Ha vinto con un servizio fotografico sulle piante carnivore commissionato da GEO e pubblicato sulnumero 104 della rivista.

11_amivitale

Secondo posto - Categoria Natura (Servizio fotografico)
La chiave per salvare gli animali africani dal bracconaggio è nelle mani delle comunità che vivono a stretto contatto con esse, sembra voler dire questa foto. Le mani sono quelle di alcuni giovani guerrieri Samburu, in Kenya, che toccano per la prima volta il capo ferito di un rinoceronte, animale che finisce spesso nelle mire dei cacciatori di frodo per il suo corno. Molto si sta facendo per armare i ranger contro le bande ben organizzate di contrabbandieri, mentre ancora pochi sono gli sforzi per rendere queste comunità consapevoli del patrimonio naturale che si trovano a difendere.

12_darcypadilla

Primo premio - Categoria Progetti a lungo termine
Lo scatto che documenta l'incontro, folgorante, nel 1993, tra una fotografa e il suo soggetto preferito: Julie, una giovane donna del distretto SRO di San Francisco, una delle zone più disagiate della città, a piedi nudi nella hall di un hotel con un bambino di 8 giorni tra le braccia. Sul suo volto le cicatrici di un'infanzia segnata dagli abusi e dalla dipendenza dall'alcol della madre, dalla sieropositività e dalla dipendenza dalle droghe.
La fotografa Darcy Padilla seguirà la vita di Julie, raccontandola con le sue foto per 21 anni, dal 1993 al 2014.

13_petemuller

Primo premio - Categoria News generali (Servizio fotografico)
Freetown, Sierra Leone. Due medici recuperano un malato di Ebola che, in preda al delirio indotto dal virus, era riuscito a scappare dalla zona di isolamento del Hastings Ebola Treatment Center in cui era in cura.

14_massimosestini

Secondo posto - Categoria News generali (scatto singolo)
La foto di un italiano per un dramma che ci tocca da vicino ogni giorno. Massimo Sestini ha scattata questa foto il 7 giugno al largo delle cose libiche. L'ennesimo barcone della disperazione si dirige verso le coste italiane. Ci arriverà?

15_jeromesessini

Secondo posto - Categoria Spot News (Servizio fotografico)
Un manifestante chiede l'aiuto di un medico per soccorrere un amico colpito a morte durante gli scontri a Kiev del 20 febbraio 2014. Quel giorno, il più tragico delle proteste in Ucraina, morirono 70 manifestanti. Due giorni dopo il presidente Viktor Yanukovych ha lasciato il Paese.

16_baotailiang

Primo premio - Categoria sport (scatto singolo)
Lionel Messi guarda la Coppa del Mondo che ha appena perso contro la Germania (1 a 0, ricordate?) nella finale dello Stadio Maracana.

17_glennagordon

Secondo posto - Categoria News generali (servizio fotografico)
I grembiulini di tre ragazze scomparse a Abuja, in Nigeria. Il 14 aprile 2014 circa 300 bambine sono state rapite dai militanti islamici di Boko Haram in una scuola nel nord della Nigeria.

18_bulentkilic

Primo premio - Categoria Spot News (scatto singolo)
2 marzo 2014, Istanbul. Una giovane ragazza ferita durante gli scontri tra la polizia e i manifestanti dopo il funerale di Berkin Elvan, un ragazzo ucciso dalla polizia durante le proteste di piazza contro il governo turco,

19_yongzhichu

Primo premio - Categoria Natura (scatto singolo)
Una scimmia tenuta in catene dagli addestratori di un circo. Lo sguardo atterrito dell’animale mentre l’uomo si avvicina dà l’idea della condizione in cui vivono gli animali da circo a Suzhou, Cina, dove è stata scattata la foto.
Tutte l foto premiate si possono ammirare nel sito del World press Photo.

Secondo posto - Categoria News generali (scatto singolo)
La foto di un italiano per un dramma che ci tocca da vicino ogni giorno. Massimo Sestini ha scattata questa foto il 7 giugno al largo delle cose libiche. L'ennesimo barcone della disperazione si dirige verso le coste italiane. Ci arriverà?