World Press Photo 2014, un anno in foto

Gli scatti dei fotoreporter migliori del mondo premiati nel prestigioso concorso di fotogiornalismo, che documenta i momenti più intensi e significativi dell'anno appena trascorso.
Tutte le immagini premiate nelle ultime edizioni del concorso

La 57esima edizione del World Press Photo Contest ha visto la partecipazione di 5.754 fotografi provenienti da 132 paesi, con oltre 98.600 immagini in gara. Ecco una selezione delle più belle (alcune, particolarmente "forti" e precedute da un disclaimer, sono adatte solo alla visione di un pubblico adulto).

La foto vincitrice

Migranti africani su una spiaggi di Djibouti (nel Corno d'Africa) mandano segnali luminosi con i loro cellulari in direzione della vicina Somalia: un tenue legame con i parenti abbandonati in cerca di fortuna. La foto, al primo posto nella categoria dedicata all'attualità, ha vinto anche il primo premio assoluto.

Un centro di emergenza per rifugiati siriani in una scuola abbandonata di Sofia, Bulgaria. Qui vivono 800 migranti in fuga dalla guerra di cui 390 bambini. Primo posto nella categoria "General News".

Proteste per le strade di Bangui, nella Repubblica Centrafricana, teatro di una guerra senza fine tra cristiani e musulmani, un sanguinoso conflitto che l'Onu ha definito "genocidio". Secondo posto nella categoria "General News".

Alcuni sopravvissuti al passaggio del tifone Haiyan impegnati in una processione religiosa a Tolosa, sull'isola di Leyte, una delle più colpite dalla tempesta tropicale che lo scorso novembre ha spazzato via interi villaggi delle Filippine.

La vista della distruzione a Tacloban nelle Filippine. La foto fa parte di un reportage di Chris McGrath per Getty Images.

Ha vinto il 1° premio nella categoria General News.

Ribelli siriani ricoperti dalle polveri di una granata anticarro esplosa poco fuori la capitale. Lo scatto del 30 gennaio 2013 si è classificato al primo posto nella categoria "Spot News Stories".

Ribelli siriani si preparano all'attacco di un checkpoint delle forze governative. Dopo pochi istanti da questa foto il più a destra dei due è stato colpito da un cecchino.

Un artificiere siriano prepara una bomba in un quariere di Aleppo (Siria) controllato dai ribelli.

Una donna e due bambini nascosti dietro a un bancone del Westgate mall a Nairobi, Kenya. Il 21 settembre 2013 il centro è stato assediato da alcuni uomini armati che hanno aperto il fuoco sulla folla uccidendo 39 persone, in uno dei peggiori attacchi terroristici mai avvenuti nel paese.

Canti e brindisi al funerale di un uomo della Milizia Popolare Kachin, un gruppo armato indipendentista che opera nel nord della Birmania. Lo scatto si è classificato al primo posto nella categoria Daily Life Single.

Ali, un giovane bodybuilder egiziano, in posa con la madre. Secondo classificato nella categoria Staged Portraits Stories, dedicata ai ritratti.

La Grand Odyssee, una corsa di cani da slitta che si tiene in Francia vista dall'alto.

Primo premio nella categoria sport.

Brutta caduta per un partecipante a una gara di slalom a Szczyrk, Polonia. Secondo classificato nella categoria "Sports Action Single".

Il nuotatore australiano Daniel Arnamnart impegnato nei 100 metri dorso maschili durante i campionati australiani di nuoto il 27 aprile 2013, ad Adelaide.

L'atleta svedese Nadja Casadei durante un allenamento in previsione dei campionati mondiali ed europei di atletica. La donna ha continuato ad allenarsi e gareggiare nonostante una diagnosi di tumore e durante i trattamenti chemioterapici, nella speranza di arrivare preparata alle Olimpiadi di Rio 2016.

Il disappunto di una donna dopo la chiusura della camera ardente per Nelson Mandela, a Pretoria.

La storia di Mandela in foto
Il saluto della stampa a Madiba

Un gruppo di bambini albini non vedenti fotografati nella scuola della missione di Vivekananda, nel Bengala dell'ovest, India. Una delle poche strutture che accolgono i ragazzi ciechi nel paese.

Un bonobo di cinque anni ospite della riserva di Kokolopori, nella Repubblica Democratica del Congo. La sopravvivenza di questi animali è minacciata dalla distruzione del loro habitat e dalla tratta illegale delle loro carni. Terzo posto nella categoria dedicata alle storie di Natura.

Le più belle foto di primati

Una trappola fotografica allestita presso la bocca di una caverna cattura un puma femmina e il suo cucciolo in cerca di rifugio dal freddo del Wyoming.

I puma sono tra i mammiferi terrestri più adattabili e diffusi nelle Americhe, con una gamma di sottospecie che si estende dalla punta del Cile allo Yukon.

Le più belle foto di animali realizzate con fotocamere nascoste si trovano anche su:

Le più belle foto di animali selvaggi scattate da telecamere nascoste (2012)

Le più belle foto di animali selvaggi scattate da telecamere nascoste
(2013)

Il team Oracle, guidato da James Spithill semina il team Emirates New Zealand, guidato da Dean Barker, durante la America's Cup corsa nella baia di San Francisco a settembre 2013.

Disclaimer

Data ritrovamento: 1 febbraio 2013.
Ora: 03:45
Località: una piantagione di zucchero in Apopa, San Salvador, El Salvador.
Sesso: Donna.
Età: tra i 17 e i 18 anni.
Data della scomparsa: non disponibile.

Il triangolo composto da Honduras, Guatemala e El Salvador è una delle regioni più violente del mondo e le persone che vi scompaiono sono migliaia. L'unica cosa che resta di questo "esercito" di "scomparsi" sono i vestiti che talvolta sono anche l'unico elemento che ne permette il riconoscimento.

Il fotografo salvadoregno Fred Ramos ha fotografato con uno stile particolare una serie di vestiti lasciati dagli sfortunati desaparecidos.

Bobby Henline è  un comico. Strano a dirsi e strano a vedersi. Sta costruendo la sua nuova vita sulle sue ferite.

Il 7 aprile del 2007, tre settimane dopo essere arrivato in Iraq per la quarta volta, è rimasto coinvolto in un terribile episodio di guerra. Il mezzo su cui era è stato fatto saltare in aria e Henline, 41 anni, è rimasto l'unico superstite dell'esplosione. Le ossa del suo viso erano fratturate, quasi il 40 per cento del suo corpo era bruciato e la sua mano sinistra è stata amputata. Ha trascorso due settimane in coma. Dopo un lungo recupero, Henline ha iniziato a recitare per altri sopravvissuti ustionati.

La polizia americana arriva sulla scena del crimine dove trova due corpi appesi a un ponte e alti 3 per terra. Sono vittime della lotta tra gruppi criminali (probabilmente narcotrafficanti) a Saltillo nella regione del Coahuilain Messico.

Sara Naomi Lewkowicz ha raccontato in un reportage per la rivista Time la storia di due giovani sposi americani la cui vita è un'altalena tra povertà e violenza domestica. In questa foto

Il reportage ha vinto nella sua categoria il primo premio.

La 57esima edizione del World Press Photo Contest ha visto la partecipazione di 5.754 fotografi provenienti da 132 paesi, con oltre 98.600 immagini in gara. Ecco una selezione delle più belle (alcune, particolarmente "forti" e precedute da un disclaimer, sono adatte solo alla visione di un pubblico adulto).

La foto vincitrice

Migranti africani su una spiaggi di Djibouti (nel Corno d'Africa) mandano segnali luminosi con i loro cellulari in direzione della vicina Somalia: un tenue legame con i parenti abbandonati in cerca di fortuna. La foto, al primo posto nella categoria dedicata all'attualità, ha vinto anche il primo premio assoluto.