Curiosità

Wings For Life World Run, corri e aiuti la ricerca

La corsa più grande del mondo: 33 Paesi, 5 continenti e 34 location diverse. L’8 maggio si corre la Wings For Life World Run. In Italia, l’appuntamento è a Milano in Piazza del Cannone alle ore 13. Per correre e aiutare la ricerca scientifica.

È la terza edizione della Wings For Life World Run, la corsa “per chi non può correre”: dopo gli appuntamenti 2014 e 2015 a Verona, l’Italia affida a Milano la propria rappresentanza di persone, dai runner professionisti, agli amatori, fino a quelli che solo quel giorno, magari con amici e famiglia, decidono di “correre per chi non può correre”. Il 100% del ricavato dalle iscrizioni delle decine di migliaia di partecipanti in tutto il mondo è infatti destinato alla raccolta di fondi per trovare la cura alle lesioni del midollo spinale: oltre 7 i milioni di euro raccolti nelle due passate edizioni (nel 2015, la Wings For Life World Run ha superato i 100.000 partecipanti).

Come funziona la Wings For Life World Run? È una corsa molto speciale. Perché è l’unica al mondo dove il traguardo insegue i runner. Dopo 30 minuti dalla partenza, un’auto (la catcher car) parte all’inseguimento dei partecipanti, viaggiando a una velocità che aumenta via via col passare dei chilometri. Man mano che raggiunge le persone, un chip a radiofrequenza nel pettorale segnala che siamo stati “presi”: e, di conseguenza, considerati “arrivati” per la classifica finale. Una sola classifica, divisa tra maschi e femmine, regola la corsa in tutto il mondo. Le 34 catcher car sono infatti connesse via Internet (l’orario di partenza è il medesimo in tutto il mondo).

E se non siete a Milano, ma volete partecipare… potete farlo. Con il vostro smartphone. Da questa edizione, infatti, è possibile scaricare l’app per la Selfie Run (iOs e Android). In pratica, una versione virtuale della catcher car (con classifica a parte) che partirà esattamente allo stesso momento della Wings For Life World Run (le 13 ora italiana). Attivando l’app sullo smartphone e iniziando a correre, potrete condividere il destino degli altri runner impegnati in una delle 34 location sparse nel mondo. E farvi raggiungere quando siete troppo stanchi

Anche quest’anno, testimonial per Focus.it è Carlo Dagradi, giornalista, ultrarunner e autore del blog Quanto corri papà.

Qui sotto il video di due testimoniale della corsa italiana, Giovanni Storti (di Aldo, Giovanni e Giacomo) e Giorgio Calcaterra (tre volte campione del mondo della 100 km).

7 maggio 2016 Carlo Dagradi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us