Curiosità

Iss: torna sulla Terra whisky invecchiato 4 anni

L'esperimento di una distilleria scozzese fa scoprire nuovi sapori.

Un famoso whisky scozzese, prodotto da Glenmorangie - Single Malt Scotch Whisky, è tornato sulla Terra dopo una 4 anni di invecchiamento sulla Iss. Esperti della distilleria l’hanno sottoposto ad approfondite analisi chimiche - e di palato - per scoprire gli effetti di un così lungo periodo in assenza di gravità. I risultati sono stati pubblicati in un resoconto della Ardbeg Distillery.

La storia. Piccole fiale di distillato contenenti anche pezzi di botti di rovere vennero inviate nello spazio nel 2011, mentre a Terra rimanevano altre fiale simili per avere poi un confronto. Che effetto avrebbe avuto lo Spazio sul liquido ambrato? Il whisky si sarebbe malamente alterato o avrebbe "guadagnato" un sapore originale - e magari migliore - dall'assenza di gravità e dalle condizioni generali in orbita?

Ebbene, le analisi hanno sancito che alcune sostanze chimiche sono rimaste quasi identiche, altre sono apparse fortemente diverse: alcuni sapori hanno assunto una maggiore intensità, altri si sono indeboliti. Assaggiatori esperti, reclutati per un test a "doppio cieco" (in questo caso, senza conoscere la provenienza dei campioni), hanno rilevato sapori differenti.

Distillerie spaziali? «Dopo aver scoperto che i nuovi sapori sono comunque gradevoli, sto pensando a come introdurli qui sulla Terra”, ha detto Bill Lumsden, proprietario della Glenmorangie. Dovrà comunque farsi una "pensata" molto creativa, anche perché al momento l'idea di una distilleria nello Spazio è fuori discussione: a 400.000 km dalla Terra l’alcol nelle sue più diverse forme è completamente bandito, se non per qualche esperimento.

Se qualche eccentrico collezionista del gusto volesse un assaggio di whisky spaziale dovrà per adesso aspettare, oppure cercare di accaparrarsi una goccia o due di quello appena rientrato dalla Iss.

14 settembre 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us