Iss: torna sulla Terra whisky invecchiato 4 anni

L'esperimento di una distilleria scozzese fa scoprire nuovi sapori.

fit_11-610x421
Un noto whisky scozzese è rimasto a bordo della Iss per 4 anni, ma nessuno lo ha mai potuto assaggiare.|Nasa

Un famoso whisky scozzese, prodotto da Glenmorangie - Single Malt Scotch Whisky, è tornato sulla Terra dopo una 4 anni di invecchiamento sulla Iss. Esperti della distilleria l’hanno sottoposto ad approfondite analisi chimiche - e di palato - per scoprire gli effetti di un così lungo periodo in assenza di gravità. I risultati sono stati pubblicati in un resoconto della Ardbeg Distillery.

 

La storia. Piccole fiale di distillato contenenti anche pezzi di botti di rovere vennero inviate nello spazio nel 2011, mentre a Terra rimanevano altre fiale simili per avere poi un confronto. Che effetto avrebbe avuto lo Spazio sul liquido ambrato? Il whisky si sarebbe malamente alterato o avrebbe "guadagnato" un sapore originale - e magari migliore - dall'assenza di gravità e dalle condizioni generali in orbita?

Ebbene, le analisi hanno sancito che alcune sostanze chimiche sono rimaste quasi identiche, altre sono apparse fortemente diverse: alcuni sapori hanno assunto una maggiore intensità, altri si sono indeboliti. Assaggiatori esperti, reclutati per un test a "doppio cieco" (in questo caso, senza conoscere la provenienza dei campioni), hanno rilevato sapori differenti.

 

Distillerie spaziali? «Dopo aver scoperto che i nuovi sapori sono comunque gradevoli, sto pensando a come introdurli qui sulla Terra”, ha detto Bill Lumsden, proprietario della Glenmorangie. Dovrà comunque farsi una "pensata" molto creativa, anche perché al momento l'idea di una distilleria nello Spazio è fuori discussione: a 400.000 km dalla Terra l’alcol nelle sue più diverse forme è completamente bandito, se non per qualche esperimento.

 

 

Se qualche eccentrico collezionista del gusto volesse un assaggio di whisky spaziale dovrà per adesso aspettare, oppure cercare di accaparrarsi una goccia o due di quello appena rientrato dalla Iss.

 

14 Settembre 2015 | Luigi Bignami