Un grattacielo tira l'altro

42-28001267copia
Il panorama di Dubai, negli Emirati Arabi: il boom edilizio che sta assumendo sempre più importanza accanto al business del petrolio.
A metà strada tra il deserto e il mare, tra una visione futuristica e una fiaba, tra innovazione e tradizione, tra modernità occidentale e fascino orientale esiste un solo luogo al mondo: Dubai, negli Emirati Arabi Uniti.
Quella che solo 25 anni fa era una città di 419.000 abitanti, oggi è diventata una metropoli che conta quasi due milioni di persone, di cui solo il 20% è locale, mentre il restante 80% è costituito da lavoratori immigrati impiegati nell'edilizia e nei servizi. Questa crescita vertiginosa è andata di pari passo con lo sviluppo immobiliare, a seguito della decisione del governo di diversificare l'economia di questo emirato sganciandola dal petrolio e orientandola verso i servizi e il turismo.
Le imponenti costruzioni su larga scala hanno fatto di Dubai una delle città a maggiore sviluppo urbanistico al mondo, contendendosi il primato con le metropoli cinesi. Ma i record in questo emirato del Golfo Persico sono di casa.
A partire dall'avveniristico Burj Khalifa, il grattacielo inaugurato il 4 gennaio 2010 che con i suoi 828 metri di altezza è in assoluto la costruzione più alta mai costruita dall'uomo. Al 122° piano ospita il ristorante di lusso più alto del mondo, l'At-Mosphere, al quale si accede prendendo, neanche a dirlo, l'ascensore più veloce del mondo (64km/h) e poco importa se arrivati a destinazione le orecchie saranno tappate: la vista sopra alle nuvole è davvero impagabile.
Se il cielo è sereno, dalla vetta del grattacielo è possibile ammirare la Dubai Fountain, la fontana più grande del mondo con getti d'acqua alti fino a 150 metri che ogni sera incanta con spettacolari giochi d'acqua e musica.
Con 1.200 negozi, un teatro e un cinema con 14 sale, anche il Dubai Mall conquista il primato del centro commerciale più grande del mondo, in cui è impossibile non trovare ciò che si cerca. Al suo interno, in una vasca considerata l'acquario più grande del mondo (32 metri di lunghezza e 8 di altezza), nuotano tonni, razze e squali.
Non così grande, ma altrettanto interessante, è il Mall of the Emirates, famoso per la sua area indoor con 3 piste da sci, con tanto di baita. Anche in fatto di hotel, Dubai non è seconda a nessuno. Da quello sottomarino (l'Hydropolis), con 220 suite a 20 metri sott'acqua, al più lussuoso al mondo con ben 7 stelle (il Burj al-Arab , la “vela” di Dubai), da quello sull'isola artificiale a forma di palma (Atlantis The Palm) a quello più alto del mondo (JW Marriott Marquis Dubai), che sarà inaugurato a ottobre di quest'anno, ce n'è davvero per tutti i gusti.
E siccome ogni mondo è paese, a Dubai non si sono fatti mancare il mondo intero: è The World , la riproduzione del planisfero terrestre in 300 isole.

Partiamo? Focus ti offre un viaggio virtuale a Dubai, tra fascino e opulenza viste attraverso la lente del Web.
11 Agosto 2012 | Rebecca Mantovani