André-Jacques Garnerin e il suo paracadute in un Doodle

Il paracadutista più spericolato? Fu il primo, André-Jacques Garnerin: Google celebra con uno scarabocchio interattivo il giovane parigino che per primo di lanciò, sperimentando il salvavita di tela.

google-doodles
Il Doodle di oggi, 22 ottobre, vi coinvolgerà nella discesa in paracadute di Garnerin: cliccando ai lati dello schermo deciderete la direzione e il punto esatto della sua discesa. |

L'impresa del primo uomo a lanciarsi con il paracadute è celebrata nel Doodle di oggi. Il 22 ottobre 1797, 216 anni fa, André-Jacques Garnerin (1769-1823), un giovane parigino di 28 anni, eseguì la prima dimostrazione di discesa paracadutata davanti a una folla radunata al Parc Monceau di Parigi.

 

André-Jacques Garnerin pioniere del lancio
Salito fino a quota 900 metri con una mongolfiera sorretta da un pallone aerostatico, una volta in aria Garnerin tagliò le corde che legavano la cesta al pallone e planò al suolo con l'ausilio del paracadute, che si aprì come un ombrellone rallentando la caduta. Fu una discesa un po' turbolenta, con la cesta che ondeggiava vistosamente ai lati, e anche l'impatto al suolo fu piuttosto violento. Fortunatamente, l'avventuroso aeronauta ne uscì completamente illeso.

 

Tutti i doodle più belli
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

L'anno successivo, nel 1798, fece molto scalpore la proposta di Garnerin di portare per la prima volta in volo su un pallone aerostatico una donna. All'epoca si credeva che l'organismo femminile fosse più debole di quello maschile e che sottoporlo a una simile esperienza potesse essere pericoloso. La stessa polizia parigina interrogò l'inventore negandogli poi il permesso di decollare: era considerato sconveniente che un uomo e una donna viaggiassero insieme nello spazio limitato di una cesta di vimini.

La decisione fu poi però rivista e il veto annullato. L'8 luglio 1798 Garnerin, partito dal Parc Monceau, sorvolò la capitale francese per diversi minuti per poi atterrare, in compagnia della bella Citoyenne Henri (così si chiamava la donna), sano e salvo qualche minuto dopo. Fu definito il primo volo in mongolfiera di una donna ma non era vero: ce ne erano già stati diversi (e tuttora risulta difficile stabilire a chi appartenga questo primato).

 

Degna compagna di Garnerin fu Jeanne Geneviève Labrosse, sua allieva (poi moglie) e prima donna a paracadutarsi, nel 1799, da un'altezza di 900 metri. L'amore per i lanci fu, per i Garnerin, una passione scritta nei geni: era pioniere dei voli anche Jean-Baptiste-Olivier Garnerin, fratello di André-Jacques, e lo fu anche Elisa, nipote di André e Jeanne (leggi anche le imprese dei fratelli Montgolfier).
Dopo una vita di volo spericolato, Garnerin morì a terra, il 18 agosto 1823, durante la preparazione di un nuovo lancio.

 

Foto con le ali
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

Diavoli volanti: i più spettacolari sport estremi lontano dal suolo
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

22 ottobre 2013 | Elisabetta Intini