Un Doodle di Google per ricordare l'incidente di Roswell

Un pallone sonda, secondo le fonti ufficiali. Una navicella aliena, per gli appassionati di ufologia. Quale oggetto volante si schiantò, 66 anni fa, in un ranch del Nuovo Messico? Google celebra l'anniversario con un gioco punta e clicca.

roswellufo
Ecco come si presenta l'home page di Google oggi. |

Che sia stato un aereo, un pallone sonda o un disco volante, il protagonista dell'incidente che 66 anni fa portò alla ribalta la cittadina di Roswell, nel Nuovo Messico (Stati Uniti), oggi Google celebra l'evento con Doodle d'eccezione: un gioco punta e clicca in cui l'utente deve aiutare un alieno caduto sulla Terra a rimettere insieme i pezzi del suo UFO per farlo tornare a casa.

Per terminare il gioco dovrete liberare mucche, arrampicarvi su piante dalla crescita miracolosa e incontrare altri animali da fattoria (ma non vi sveliamo la soluzione: il gioco vi catturerà rubando probabilmente molti minuti alla vostra mattinata).

Tutti i Doodle più belli: le foto

 

L'8 luglio 1947 l'ufficio di informazioni al pubblico della Roswell Army Air Field (RAAF) diramò un comunicato in cui si riferiva del recupero, in un ranch vicino a Roswell, di un oggetto volante non identificato schiantatosi al suolo qualche giorno prima. La notizia, che da subito suscitò scalpore tra i media, venne prontamente smentita dall'aeronautica militare che dichiarò che si trattava di un semplice pallone sonda usato per determinare la velocità dei venti in alta quota, e non di un UFO.

Un libro pubblicato nel 1980 intitolato The Roswell Incident, a cura di Stanton Friedman e William Moore, due ufologi americani, riportò in auge la teoria della navicella aliena: secondo la tesi qui sostenuta, nei cieli di Roswell sarebbe esploso un UFO e i suoi resti si sarebbero sparpagliati nel ranch.

Nel 1994, durante un inchiesta del Parlamento USA sul caso, l'Aeronautica militare avviò un'indagine da cui emerse che a schiantarsi non sarebbe stato un pallone meteorologico ma un pallone sonda appartenente al Progetto Mogul, un'operazione segreta volta a monitorare dall'alto le attività di costruzione di armi atomiche dell'Unione Sovietica.
Tra continue rivelazioni e smentite il caso Roswell non è mai stato definitivamente chiarito, ma ha alimentato la fantasia di sceneggiatori, scrittori e registi. E ora, anche dei grafici di Google.

Scopri come sono nati i famosi scarabocchi di Google
I Doodle più interattivi raccolti in un video

 

8 luglio 2013 | Elisabetta Intini