Curiosità

Steve Jobs: anticipazioni sulla sua biografia

AP e Huffington Post svelano alcune anticipazioni sul libro.

La biografia di Steve Jobs sarà nelle librerie da lunedì: “guerra termonucleare contro Android”, il rifiuto di farsi operare, i rapporti con la famiglia di origine e con il presidente Barack Obama. Ecco alcune delle anticipazioni che abbiamo raccolto sul web per voi.

“Non ho mai raccontato molto della mia vita e voglio che i miei figli mi conoscano meglio”

Guerra a Google - Associated Press, svelando alcune anticipazioni della biografia su Steve Jobs in uscita lunedì prossimo, parla senza mezzi termini di una vera dichiarazione di guerra da parte del boss di Apple contro il sistema operativo di Google quando HTC lanciò nell’ottobre del 2008 il primo smartphone targato Google, il T-Mobile G1, arrivato in Italia con il nome di HTC Dream nel marzo 2009. “Distruggerò Android perché è un prodotto rubato”, avrebbe dichiarato lo scomparso Jobs, e “sono disposto a spendere tutti i 40 miliardi di dollari che Apple ha in banca per scatenare una guerra termonucleare” e ottenere giustizia. E in effetti la tensione tra Google ed Apple subì un’escalation tale che, stando ad AP, porto alle dimissioni Eric Schmidt, all’epoca CEO di Google e amico di Jobs, a dimettersi dal consiglio di amministrazione di Apple. Il resto, cause legali a ripetizione, è storia di questi giorni.

Medicina alternativa - L’agenzia stampa AP rivela anche che Steve Jobs, in una delle interviste rilasciate a Walter Isaacson, rifiutò per nove mesi l'intervento chirurgico che avrebbe potuto salvargli la vita andando contro il parere della moglie. Decise, almeno all’inizio, di curare il suo tumore al pancreas con la medicina alternativa, dieta macrobiotica e meditazione. Alla fine fu operato, ma era troppo tardi. Steve Jobs confessa nel libro di “essersi pentito” della scelta iniziale e di non essere ricorso subito alle cure convenzionali. È del 2004 la notizia dell’intervento per rimuovere il cancro al pancreas, mentre si seppe solo nel 2009 che aveva subito anche un trapianto di fegato.

Bullismo e stravaganze - Strano ma vero, la biografia rivela anche che Steve Jobs, ai tempi della scuola, fu vittima di atti di bullismo, si comportava in modo strano fissando le persone cercando di non battere le ciglia, e sperimentava diete improbabili. Il nome Apple gli venne in mente proprio nel periodo culinario dedicato alle mele. Il libro cita anche la sua crisi religiosa avvenuta all'età di tredici anni quando vide sulla copertina di Life una foto di bambini affamati e che lo portò a disertare la chiesa, la sua passione per l’LSD e il duro giudizio sul management di Apple quando se ne andò nel 1985 per fondare NeXT Computer e la Pixar Animation Studios: “un branco di persone affamate di soldi e senza un minimo interesse nel miglioramento dei prodotti”. In effetti, col senno di poi, come dargli torto.

Madre, padre e sorella - Steve Jobs - adottato in tenera età da una famiglia della Silicon Valley - avrebbe cercato e infine trovato, secondo Isaacson, la madre e la sorella biologica. Fu la sorella, la scrittrice Mona Simpson, invece a scovare il padre - Abdulfattah “John” Jandali - che gestiva all’epoca un negozio di caffè e prima ancora un ristorante di specialità mediterranee. Steve Jobs lo incontrò solo più tardi, negli anni Ottanta, ma senza dirgli che era suo figlio (e chiese alla sorella di non rivelargli la sua vera identità).

Jobs e Barack Obama - The Huffington Post rivela, invece, che Steve Jobs si era proposto di progettare la campagna pubblicitaria dell’attuale Presidente americano per il 2012 nonostante fosse critico sulla sua politica. Nei loro incontri, Jobs disse a Obama che era un Presidente con una “data di scadenza” se la sua amministrazione non si fosse impegnata maggiormente per rilanciare il settore imprenditoriale e per migliorare il sistema scolastico. Jobs fece notare a Obama come sia molto più difficile negli Stati Uniti, rispetto a paesi come la Cina, avviare un’attività e costruire fabbriche, a causa di “leggi e spese inutili”. E che avrebbe dovuto anche riorganizzare il sistema scolastico americano, a suo dire, nelle mani dei sindacati e permettere ai presidi di assumere e licenziare gli insegnanti in base al merito.

Profezia sulla morte - Steve Jobs, sempre secondo Walter Isaacson, sentiva che sarebbe morto giovane. Una volta disse John Sculley, che sarebbe diventato CEO di Apple dopo il suo abbandono nel 1985, che “era convinto che la sua vita sarebbe stata corta e che quindi doveva darsi da fare per lasciare il suo segno nella storia della Silicon Valley”. E mi pare ci sia riuscito.

Eredità per tutti - La biografia ufficiale su Steve Jobs in libreria da lunedì prossimo, edita in Italia da Mondadori, è tratta da più di quaranta colloqui personali tra l’ex boss di Apple con il giornalista Walter Isaacson e più di cento interviste a familiari, amici, rivali e colleghi. Steve Jobs, confessa al suo biografo che non ha mai raccontato molto sulla sua vita e su quello che pensava, e adesso spera che i suoi figli (e non solo loro) possano conoscerlo meglio.

Silvia Ponzio

21 ottobre 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us