Stephen Hawking apre le paralimpiadi

È stata la "lezione" più colorata, scoppiettante e divertente che Stephen Haking abbia mai tenuto. L'astrofisico inglese, ridotto sulla sedia a rotelle dalla SLA, ha aperto la cerimonia inaugurale delle Paralimpiadi di Londra e ha partecipato attivamente allo spettacolo.  Lo ripercorriamo in questa fotogallery, raccontando la cerimonia e riprendendo alcuni passaggi dei brani "pronunciati" da Hawking.

Stephen Hawking, tra i più importanti matematici e fisici del mondo affetto da sclerosi laterale amiotrofica (SLA), una malattia progressiva del sistema nervoso, ha aperto le Paraolimpiadi.
Durante lo spettacolo Hawking ha percorso “un viaggio narrativo” tra i progressi scientifici e culturali più importanti, soffermandosi soprattutto su quelli del diciottesimo secolo. Hawking siede su di una gigantesca torre di metallo con una luna al centro che discende ed esplode a simulare il big bang

Hawking, con la sua caratteristica voce metallica riprodotta da un computer, ha esortato il pubblico e i telespettatori collegati da tutto il mondo con queste parole: «Guardate le stelle nel cielo e non solo la terra ai vostri piedi. Provate a trarre un senso da ciò che vedete e domandatevi cosa fa esistere l’universo. Siate curiosi. I Giochi Paralimpici possono trasformare la nostra percezione del mondo. Farci capire che siamo tutti differenti l’uno dall’altro, che non esiste un essere umano standard, ma siamo tutti parte della stessa umanità. Ci distingue la capacità di creare e la creatività può avere molte forme, dalle cose pratiche a quelle teoriche. Per quanto la vita possa sembrare difficile, c’è sempre qualcosa che potete fare e qualcosa in cui potete eccellere. Perciò, qui, stasera, celebriamo l’eccellenza, l’amicizia e il rispetto. Buona fortuna a tutti voi».

Un globo infuocato scende dal cielo e darà inizio al Big Bang. Il tutto "guidato" dalle parole di Hawking: «Anche se scopriamo la teoria di ogni cosa, è solo una serie di regole ed equazioni. Cos'è che soffia il fuoco nelle equazioni e crea l'universo che le formula? Guarda il cielo e le stelle, non i tuoi piedi. Dai valore a quello che vedi, sii curioso».

Qui il video sottotitolato


Come l'inaugurazione delle Olimpiadi di Danny Bouyle anche la cerimonia di inizio delle Paralimpiadi è stata fortemente influenzata dalla Tempesta di Shakesperare: Nicola Miles Wildin, una giovane attrice disabile interpretava Miranda, la figlia di Prospero (Sir Ian McKellan), in un brano ispirato alle meraviglie dell'umanità: "Oh, coraggioso nuovo mondo, che ha in sé simili persone!".

«Viviamo in un universo governato da leggi razionali che possiamo - dice Hawking a Miranda - scoprire e capire: guarda su verso le stelle e non giù verso i tuoi piedi. Cerca il senso di ciò che vedi e chiediti come l'universo possa esistere. Sii curiosa».

Centinaia di figuranti, molti dei quali disabili, "volano" con gli ombrelli e vanno a disegnare, sul prato dello stadio, un enorme occhio.

Miranda viene catapultata in un giardino inglese del 17esimo secolo. È il momento di celebrare Isaac Newton e la scoperta della forza di gravità.
Trova una mela e invita i 62mila spettatori dello stadio, a ciascuno dei quali prima dell'inizio della cerimonia ne era stata regalata una, a morderla tutti insieme, contemporaneamente.
Ed ecco comparire questa grande mela e una coreografia incentrata sulla gravità.

Il viaggio di Miranda ritorna al 2012 e guarda al futuro, quello però scientifico.
e al progresso scientifico.
Hawking celebra gli scienziati britannici che hanno cambiato il nostro modo di pensare e percepire l'universo e il Large Hadron Collider, l'acceleratore di particelle del CERN dove è stato trovato il bosone di Higgs che - spiega Hawking - «ha cambiato la nostra percezione del mondo».
La particella di Higgs viene rappresentata da un "fungo" pulsante di ombrelli argentati e lo stadio olimpico si trasforma nell'acceleratore di particelle.

Hawking ha anche detto: «Deve esserci qualcosa di eccezionale ai confini dell'universo. E che cosa può essere più eccezionale del fatto che non esistano confini? E non dovrebbero esistere confini all'impresa umana».

Un altro momento della cerimonia.

Un'altra immagine di Hawking durante la cerimonia. L'astrofisico inglese - 70 anni - è sulla sedia a rotelle dall'età di 22 anni.

Buona fortuna a tutti voi è stato l'augurio di Hawking agli atleti e agli spettatori.

Stephen Hawking, tra i più importanti matematici e fisici del mondo affetto da sclerosi laterale amiotrofica (SLA), una malattia progressiva del sistema nervoso, ha aperto le Paraolimpiadi.
Durante lo spettacolo Hawking ha percorso “un viaggio narrativo” tra i progressi scientifici e culturali più importanti, soffermandosi soprattutto su quelli del diciottesimo secolo. Hawking siede su di una gigantesca torre di metallo con una luna al centro che discende ed esplode a simulare il big bang