Curiosità

Si può dire sindaca?

Le vittorie di Appendino a Torino e di Raggi a Roma riaprono una vecchia questione linguistica: si dice sindaco o sindaca?

Virginia Raggi e Chiara Appendino non sono le prime donne ad essere elette per guidare il consiglio comunale di una città italiana. Ma la loro vittoria ha riaperto una questione linguistica molto calda: si dice sindaco o sindaca? Raggi e Appendino sono sindache o sindaci?

Ovviamente, sulla questione c'è una regola e l'Accademia della Crusca lo ha già comunicata nel 2013 e prima ancora nel 2011 nella Guida agli atti amministrativi: è corretto usare le parole sindaca. E si possono usare anche architetta, avvocata, magistata e ministra.

La stessa Accademia spiega che l'uso di forme femminili nuove è già avvenuto con molti altri mestieri: infermiera, maestra, operaia, modella, cuoca, segretaria. E come nessuno si sognerebbe di definire Federica Pellegrini un nuotatore (e neppure - errore - una nuotatore), così allo stesso modo è corretto definire Virginia Raggi una sindaca.

Spiega l'Accademia della Crusca:

«Un uso più consapevole della lingua contribuisce a una più adeguata rappresentazione pubblica del ruolo della donna nella società, a una sua effettiva presenza nella cittadinanza e a realizzare quel salto di qualità nel modo di vedere la donna che anche la politica chiede oggi alla società italiana. È indispensabile che alle donne sia riconosciuto pienamente il loro ruolo perché possano così far parte a pieno titolo del mondo lavorativo e partecipare ai processi decisionali del paese. E il linguaggio è uno strumento indispensabile per attuare questo processo».

Sindaca o sindachessa? Sempre l'Accademia della Crusca consiglia di utilizzare la prima forma: usare tranquillamente le forme in -essa già in uso nella nostra lingua (campionessa, dottoressa, professoressa ecc.), evitare di costruirne di nuove preferendo altre strategie di formazione lessicale (deputata, ministra, sindaca) o l’anteposizione dell’articolo femminile per le forme in -e (la giudice, la vigile etc).

H/t: Il Post

20 giugno 2016
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us