Curiosità

Scoperta una misteriosa antica scrittura

In Messico nella zona di Veracruz, gli scavi archeologici hanno portato alla luce i resti di un’antica forma di scrittura tutta americana.

Scoperta una misteriosa antica scrittura
In Messico nella zona di Veracruz, gli scavi archeologici hanno portato alla luce i resti di un’antica forma di scrittura tutta americana.

Sembrano pesci o strani frutti
in realtà sono simboli di un linguaggio
ancora sconosciuto.

Gli antichi abitanti della zona di Veracruz, in Messico, appartenenti alla civiltà Olmec (la prima organizzata di questa parte del Messico), potrebbero essere stati i primi “scrittori” del continente americano.
Nella zona infatti, è stato ritrovata una tavola di pietra con alcune iscrizioni sconosciute. La datazione del prezioso documento secondo gli archeologi sarebbe molto antica e risalirebbe al 900 avanti Cristo.

Cosa avranno voluto dire
Probabilmente la civiltà di Olmec (nata intorno al 1.200 a.C.) aveva scoperto la scrittura molto tempo prima, ma incideva i suoi simboli su materiali deteriorabili, come il legno, che quindi non ci sono arrivati.
E non sarà facile capire quello che volevano dire con quei documenti. Anche se già ci sono le prime ipotesi: per esempio si pensa che due rettangoli vicini (nella foto sono i numeri 19 e 20) possano significare qualcosa come “sovranità”. Ma è ancora tutto da stabilire, anche perché decifrare un nuovo linguaggio richiede molto studio.

Scritte o scarabocchi?
Prima di tutto bisogna capire se si tratta di scrittura o di semplici disegni simbolici. Per esempio, il disegno di un uccello può voler dire per qualcuno “uccello” per altri “aquila”. La scrittura invece è un codice unificato uguale per tutti. La tavola di Olmec secondo gli esperti, è costituita da incisioni di molte figure prese dal mondo reale, ma è possibile riferirlo a un linguaggio perché mostra un ordine lineare di simboli ripetuti.
Il primato per la scrittura più antica del mondo se lo contendono due civiltà: quella egizia con tavole risalenti a circa il 3.200 a.C. e quella indù, con le misteriose iscrizioni ritrovate in Pakistan.

(Notizia aggiornata al 15 settembre 2006)

15 settembre 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us