Speciale
Domande e Risposte
Curiosità

Quali sono le residenze del Presidente della Repubblica?

Le tre residenze ufficiali del Presidente della Repubblica sono una più bella dell'altra: tutte visitabili almeno in parte, ecco quali sono e la loro storia.

Le residenze ufficiali del Presidente della Repubblica Italiana sono tre. Oltre al più noto palazzo del Quirinale, dove abitarono re, papi e la maggior parte (non tutti) dei presidenti, ci sono villa Rosebery, sul promontorio di Posillipo, a Napoli, e la tenuta di Castelporziano, vicino a Roma, sulla costa laziale. Di grande valore storico, artistico e naturalistico, sono aperte al pubblico per visite guidate.

Il quirinale. Il palazzo del Quirinale, che si erge sul più alto dei sette colli di Roma, è la sede ufficiale della Presidenza della Repubblica. Dal quando è stato costruito, nel 1583, ha ospitato 30 papi, 4 re e 12 presidenti, compreso Sergio Mattarella. Precisamente, è stato residenza del re d'Italia dal 1870 e poi, dal 1946, del Presidente della Repubblica. Il palazzo, che ospita più di 56mila opere d'arte, si estende su oltre 110.500 metri quadrati: è la seconda più grande residenza di un capo di Stato (20 volte più della Casa Bianca).

La tenuta di Castelporziano. Situata a 24 km dal centro di Roma, la tenuta di Castelporziano comprende un'area della costa laziale di 5.892 ettari, dove una fitta vegetazione accoglie una notevole ricchezza floristica (circa mille specie) e faunistica (oltre 3.000 specie) e, proprio per questo, dal 1999 la tenuta di Castelporziano è riconosciuta come riserva naturale statale. Con la fine dell'Impero Romano, durante il quale le famiglie della nobiltà romana fecero costruire diverse ville, il territorio divenne per lungo tempo proprietà della Chiesa. Nel 1568 la tenuta, il borgo e il castello di Castelporziano divennero proprietà dalla famiglia fiorentina Del Nero, e nel 1823 del nobile imprenditore Vincenzo Grazioli. Nel 1872 la tenuta fu acquistata dal Ministro delle finanze Quintino Sella per lo Stato Italiano e fu trasformata in una riserva di caccia del Re. Nel 1948 diventò proprietà della Presidenza della Repubblica.

La tenuta di Castelporziano è stata riconosciuta riserva naturale statale nel 1999. 

La tenuta di Castelporziano è stata riconosciuta riserva naturale statale nel 1999. 

© Wikimedia

Villa Rosebery. Sulla collina di Posillipo, a Napoli, Villa Rosebery si estende su una superficie di oltre 66.000 metri quadrati, circondata da un magnifico parco e un giardino all'inglese. La villa, che risale ai primi anni dell'800, ha avuto diversi proprietari tra i quali Luigi di Borbone, fratello di re Ferdinando II. Nel 1897 fu acquisita dal primo ministro inglese lord Rosebery - da cui prende il nome -, diventando la sede di rappresentanza dell'ambasciata inglese in Italia. Ceduta successivamente allo Stato italiano, diventò la residenza estiva della famiglia reale. Anche Vittorio Emanuele III di Savoia vi abitò per due anni fino a quando, nel 1946, abdicò e andò in esilio.

Dal 1957 Villa Rosebery è stata inclusa fra i beni immobili in dotazione alla Presidenza della Repubblica.

3 ottobre 2021
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us