Focus

Quando un tuffo fa tendenza

Il loro motto è: "tuffati e rilassati". I newyorkesi John Lewis e Alex Scott hanno lanciato la moda del Leisure Dive, una disciplina decisamente poco olimpica ma molto divertente che prevede di buttarsi in acqua fingendo di dormire, nell’atto di innaffiare i fiori o di leggere il giornale, vestiti di tutto punto o con un cocktail tra le mani. Guardate i tuffi più divertenti.

Questo è John Lewis, uno degli inventori dei tuffi in posa, alle prese con il giardinaggio.

Uno degli aspetti più difficili di questa disciplina, dicono gli inventori, è trovare la giusta espressione del viso, che deve trasmettere totale relax. Sono banditi i sorrisi fini a sé stessi.

Cosa esprime più relax di un tuffo con pipa e vestaglia?

Sul sito dei leisure divers vengono pubblicate decine di fotografie degli adepti a questa nuova tendenza. Quelle che ricevono più "like" dai visitatori finiscono nella "Top Dives gallery" e i gestori del sito assicurano: "chi entra nella gallery diventa famoso e richiestissimo ai party in piscina".

La distrai con un cocktail e poi... splash! Siamo proprio sicuri che questo è il modo migliore per rimorchiare una ragazza?

Ai meno esperti si consiglia di cominciare tuffandosi con una mano sul fianco e tenendo nell'altra un oggetto che denoti un atteggiamento tipicamente rilassato, tra cui: una birra, un white russian, un romanzo tascabile o una mazza da croquet.

È sempre bene informarsi prima di intraprendere la carriera del leisure diver.

Per capire se hai la stoffa, i guru del Leisure Dive propongono queste semplici domande: sei una persona estrema ma al tempo stesso rilassata? Ti piace lanciarti dalle cose per divertimento?

A New York non si parla d'altro e ormai la moda è approdata oltreoceano.

Però diciamolo: non sono i primi ad aver sperimentato i salti in posa. Avete visto la nostra fotogallery sui jumpers?

Aspettate, stiamo parlando di tuffi o di croquet? Comunque, questo bel fusto sembra cavarsela in entrambi gli sport.

Ci sono altri atleti che vengono immortalati con la testa tra le nuvole. Vi ricordate la fotogallery degli ultra-ballerini?

Questo tuffatore fa il furbo e si toglie le scarpe. Non si fa così! Il vero leisure diver si tuffa in piscina vestito con gli abiti migliori e li sacrifica alla "causa".

Appena svegli non c'è niente di meglio di una nuotata. Meglio sbrigarsi a finire quel caffè però.

Se non ne avete abbastanza di tuffi e salti, date un'occhiata alla gallery della community di iFocus, con tutti gli scatti dedicati a chi non sta mai con i piedi per terra.

Non c'è trucco, non c'è inganno. Ecco un esperimento di levitazione ben riuscito.

Una foto come questa può richiedere ore e ore di durissime prove, ma la cosa più importante è riuscire a mantenere il più alto grado di relax.

Una piscina, una splendida vista, un paio di amici e una sdraio. Be', ma la sdraio dov'è?

Qualche altro consiglio per i leisure divers in erba: la posizione ideale si raggiunge grazie a un trampolino e il fotografo deve catturare il momento in cui il tuffatore ha raggiunto il punto più alto della parabola, possibilmente quando i fianchi sono paralleli all'acqua.

I due soci inventori del Leisure Dive rispondono alla domanda che tutti si pongono: "è davvero così stupido come sembra? Sì e forse anche peggio" e questo li rende estremamente orgogliosi.

Questo è John Lewis, uno degli inventori dei tuffi in posa, alle prese con il giardinaggio.

Uno degli aspetti più difficili di questa disciplina, dicono gli inventori, è trovare la giusta espressione del viso, che deve trasmettere totale relax. Sono banditi i sorrisi fini a sé stessi.
15 settembre 2011 | Sara Zapponi
CONTENUTI CORRELATI