Quando è nata la Coppa Davis?

Nell'estate del 1901 sui campi del Logwood Cricket Club di Boston si disputò un torneo di tennis tra una squadra britannica e una americana. L'ideatore della sfida era Dwight Davis, uno studente...

davis
La squadra statunitense che vinse la prima edizione della Davis Cup: Malcom Whitman, Dwight Davis e Holcombe Ward.

Nell'estate del 1901 sui campi del Logwood Cricket Club di Boston si disputò un torneo di tennis tra una squadra britannica e una americana. L'ideatore della sfida era Dwight Davis, uno studente di Harvard di 22 anni appassionato di tennis e finalista ai campionati americani di tennis. Davis, da cui il torneo prese il nome, ebbe l'idea di promuovere un'insolita competizione a squadre nazionali e fece fondere 6 chilogrammi d'argento da un gioielliere di Boston per creare la famosa coppa che aveva l'aspetto di una grossa insalatiera.


La prima Coppa Davis del 1901 vide la netta vittoria della squadra americana capitanata dallo stesso Davis per tre a zero. Sempre in quell'anno Davis fu finalista nel doppio a Wimbledon. Più tardi ricoprì la carica di presidente della Federazione americana di tennis, per poi passare alla carriera politica come ministro della guerra e governatore delle Filippine.


Oggi la Coppa Davis è l'equivalente tennistico dei campionati del mondo di calcio, sebbene venga disputata lungo tutto l'anno. È l'unica occasione per i tennisti professionisti di rappresentare i colori nazionali in una competizione sportiva. In oltre un secolo di storia soltanto 10 Paesi hanno avuto l'onore di sollevare l'"insalatiera d'argento", come è ribattezzata la coppa. L'Italia è arrivata in finale sette volte, vincendo soltanto una edizione, nel 1976. Il record di vittorie appartiene agli Stati Uniti, con 31 trofei.

16 Gennaio 2003