Curiosità

Qual è il massimo numero di oggetti che un giocoliere può lanciare?

Secondo il giocoliere Jack Kalvan per lanciare un dato numero di palle (l’oggetto più semplice da far volteggiare) è necessaria una determinata accelerazione delle mani.

Secondo il giocoliere Jack Kalvan per lanciare un dato numero di palle (l’oggetto più semplice da far volteggiare) è necessaria una determinata accelerazione delle mani; maggiore è il numero di palle, maggiore deve essere l’accelerazione impressa. Conseguenza di questo fatto è che nessun uomo avrà mai la forza necessaria a lanciare e riprendere 30 palle.
Essendo richiesta inoltre un’accurata precisione, i numeri effettivamente raggiunti sono molto inferiori. Il risultato migliore appartiene a Albert Lucas che nel 2004 ha “flashato” (lanciato una volta e ripreso) 14 anelli. Tuttavia questo record non è molto significativo poiché “flashare” un certo numero di oggetti è molto più semplice che lanciarli e riprenderli in maniera continua per un periodo prolungato.


Un record di questo tipo appartiene a Anthony Gatto capace di tenere in aria ben 9 palle per più di 300 lanci. Per raggiungere questo risultato non è bastato lo straordinario talento di Gatto (a 8 anni si esibiva sia con 5 palle che con 5 clave), ma sono stati necessari diversi anni di allenamento. Un altro leggendario giocoliere è Enrico Rastelli che nel 1920 lanciò e riprese per una singola rotazione 10 palle, record uguagliato da Bruce Sarafian nel1996.


Non è chiaro se questi numeri rappresentino l’effettivo limite umano. Kalvan crede che un giorno, escogitando nuove tecniche di allenamento, qualcuno possa riuscire a far volteggiare 13 palle in maniera continua.

4 luglio 2009
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us