Curiosità

Pupazzi gonfiabili proteggono gli allevamenti dai predatori

Come si tengono i predatori lontani dai polli? In Australia si sperimenta una soluzione non-violenta che pare avere successo: i pupazzi gonfiabili giganti.

Il dingo è un canide arrivato in Australia circa 5.500 anni fa, probabilmente dall'Asia, e da allora ne ha fatto la sua casa, occupando l'intero continente e rivelandosi un rivale formidabile per gli altri predatori locali, al punto che potrebbe aver contribuito a portarne qualcuno (per esempio il tilacino e il diavolo della Tasmania) all'estinzione. Da secoli gli allevatori australiani conducono una battaglia feroce, e spesso letale, contro i dingo, che secondo i dati ufficiali uccidono migliaia di animali da fattoria causando ogni anno danni per circa 60 milioni di dollari; ed è proprio cercando un'alternativa all'abbattimento dei dingo che un team della Central Queensland University ha trovato, e raccontato in uno studio, una potenziale soluzione non violenta e persino divertente: i pupazzi gonfiabili.

Gli spaventa-dingo. In Italia se ne vedono pochi, e sono per lo più relegati nelle aree dei giochi per bambini, ma i wacky tube men, i pupazzi gonfiabili giganti, sono un pezzo importante del paesaggio urbano americano: solitamente li si trova fuori dai concessionari d'auto o dai grandi magazzini, che sventolano per attirare l'attenzione dei passanti. E proprio in America sono stati usati per la prima volta come deterrente contro gli animali selvatici, in particolare per contenere le incursioni di un branco di lupi in Oregon: il successo dell'esperimento ha convinto Bradley Smith, primo autore dello studio citato, a importare il metodo in Australia per mettere alla prova i pupazzi gonfiabili come "spaventapasseri" contro i dingo.

La guerra dei pupazzi. I risultati sono incoraggianti. I dingo sono stati messi a turno di fronte a due diversi ostacoli: i pupazzi, appunto, e un altoparlante che riproduceva il suono di un colpo di fucile; oltre l'ostacolo, i ricercatori hanno piazzato cibo e acqua per gli animali. Ebbene, nove dingo su 12 sono fuggiti a game levate di fronte al pupazzo, mentre la fucilata ne ha fatto scappare solo uno. Non solo: uno dei problemi con i dingo è che si abituano in fretta a ostacoli e deterrenti vari, ma a quanto pare il pupazzo è riuscito a "proteggere" il 75% delle scorte di cibo nel corso di tre giorni di esperimenti. Non sono i risultati eccezionali ottenuti sui lupi dell'Oregon, che dopo aver incontrato il pupazzo sono rimasti alla larga dal ranch per due anni, ma è un inizio.

31 ottobre 2020 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Qual è la "retta via" indicata dal Corano e dalla Sunna? Come si riflette la Sharìa – la legge divina islamica - sulla vita delle persone e sugli equilibri fra mondo musulmano e occidente? Viaggio nel fondamentalismo religioso, islamico e non solo, per capire cosa succede quando la parola di Dio viene presa alla lettera, non tiene conto dei cambiamenti storici e sociali e si insinua nella politica.

ABBONATI A 29,90€

Come sarà la città del domani? Pulita, tecnologica, intelligente, come quella in costruzione vicino a Tokyo. E in giro per il mondo ci sono altri 38 progetti futuristici che avranno emissioni quasi azzerate nel nome della salute e dell’ambiente. Inoltre, le missioni per scoprire Venere; come agisce la droga dello stupro sul cervello; il paradosso del metano, pericoloso gas serra ma anche combustibile utile per la transizione energetica.

ABBONATI A 29,90€
Follow us