Curiosità

Professore di cosmologia scopre... Marte!

Aveva condiviso in Internet l'entusiasmo per la scoperta di un oggetto brillante nella costellazione del Sagittario, ma era Marte. Fa bene sapere che anche i professori di cosmologia sbagliano.

Il professore vede col suo telescopio un oggetto luminoso là dove, secondo le mappe stellare, non c'erano stelle. Travolto dall'entusiasmo pubblica subito la sua scoperta, senza accorgersi che stava guardando... Marte, piuttosto noto da svariati millenni!

Astrosvista. 40 minuti dalla sua pubblicazione Peter Dunsby aveva già capito l'errore grossolano e pubblicato un altro post, per scusarsi. La piattaforma Astronomer Telegram - una specie di "megafono" col quale gli astrofili si scambiano notizie e scoperte - ha però voluto premiare i suoi sforzi con uno speciale riconoscimento per la scoperta del Pianeta Rosso: per la scoperta di Marte, congratulazioni professore!

Marte visto da vicino
Marte visto da vicino © Nasa

Dunsby, professore di cosmologia, è stato al gioco e via Twitter ha fatto il suo mea culpa: «la lezione di oggi: controllare, controllare, controllare per la terza volta e poi controllare ancora!»

Leggero ritardo. Un errore in buona fede, dettato da un evidente entusiasmo per la materia. Il desiderio di condividere i propri interessi, anche al di fuori dell'orario di lavoro, è il risultato tipico della passione. E, in effetti, se Dunsby avesse condiviso la sua osservazione qualche millennio fa, sarebbe stata proprio una gran bella scoperta.

24 marzo 2018 Davide Lizzani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us