Curiosità

Il posto dove ci troviamo modifica il nostro gusto?

Secondo alcuni ricercatori britannici le luci, i suoni e i profumi che ci circondano possono modificare la percezione di ciò che mangiamo o beviamo. 

L’ambiente influisce molto sulla percezione del gusto. Un team di ricercatori dell’Università di Oxford (Gran Bretagna) ha chiesto a 440 persone di assaggiare lo stesso whisky per tre volte ma in ambienti diversi. La prima stanza era piena di piante, aveva un tappeto d’erba e sedie a sdraio su cui i partecipanti erano invitati a sedersi. Nell’aria c’era un aroma di erba tagliata e in sottofondo il fruscio delle fronde degli alberi e il cinguettìo degli uccelli.

Suoni e profumi contano! La seconda stanza aveva mobili e infissi rotondi, e grandi poltrone imbottite, anch’esse tondeggianti, per trasmettere una sensazione di morbidezza e dolcezza. In più, c’era una ciotola di frutti rossi maturi, vi si percepiva una fragranza dolce e un tintinnìo acuto di campane. Infine, l’ultima stanza era tutta di legno, dai mobili, agli oggetti, fino al rivestimento di pareti e pavimenti. Nell’aria c’era profumo di legno e si avvertiva lo scoppiettìo di un caminetto.

A seconda del contesto, gli assaggiatori giudicarono il whisky “erboso”, “dolce” o “boisé” (legnoso). Non solo: pur sapendo che avevano assaporato sempre la stessa bevanda, dissero di preferire il whisky della stanza “legnosa”. Condizionamenti di questo tipo avvengono abitualmente, se si gustano i cibi in ambienti più o meno confortevoli. Sempre all’Università di Oxford, si è scoperto che una caramella mou risulta più o meno dolce a seconda che si stia ascoltando musica dai toni acuti oppure bassi.

19 dicembre 2018 Focus Domande e Risposte
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Dalle antiche civiltà del mare ai Romani, dalle Repubbliche marinare alle grandi battaglie navali della Seconda guerra mondiale: il ruolo strategico che ha avuto per la storia – italiana e non solo - il Mediterraneo, crocevia di genti, culture, merci e religioni. E ancora: cento anni fa nasceva Don Milani, il sacerdote ribelle che rivoluzionò il modo di intendere la scuola e la fede; nella mente deigerarchi nazisti con gli strumenti del criminal profiling; le meraviglie dell'Esposizione Universale di Vienna del 1873, il canto del cigno dell'Impero asburgico.

ABBONATI A 29,90€

Attacco al tumore: le ultime novità su terapie geniche, screening, cure personalizzate, armi hi-tech. Inoltre: lo studio dell’Esa per la costruzione di una centrale fotovoltaica nello Spazio; dove sono le carte top secret sulla guerra in Ucraina; il cambio climatico ha triplicato le grandinate in Europa e, soprattutto, in Italia; quali sono le regole di convivenza tra le piante degli habitat “a erbe”.

ABBONATI A 31,90€
Follow us