Curiosità

Poco esercizio fa perdere peso

Basta camminare per mezz'ora al giorno per non ingrassare. E persino dimagrire.

Poco esercizio fa perdere peso
Basta camminare per mezz'ora al giorno per non ingrassare. E persino dimagrire.

Obesi americani durante una marcia di protesta contro l'atteggiamento discriminatorio nei loro confronti. Se ne facessero una al giorno, tutti i loro problemi di peso scomparirebbero? È la tesi di un ricercatore.
Obesi americani durante una marcia di protesta contro l'atteggiamento discriminatorio nei loro confronti. Se ne facessero una al giorno, tutti i loro problemi di peso scomparirebbero? È la tesi di un ricercatore.

Bastano una trentina di minuti di camminata giornaliera per non ingrassare, anche per le persone più sedentarie. E più si cammina, più peso si perde. È il risultato di uno studio effettuato all'università Duke, negli Stati Uniti. Dopo aver reclutato alcuni adulti sedentari, e averli divisi in tre gruppi sottoposti a esercizi di varia intensità per più di otto mesi (senza cambiare dieta), i ricercatori hanno scoperto che anche i gruppi che facevano poco esercizio perdevano peso e grasso corporeo, mentre quello che era sottoposto a un regime più “pesante” perdeva peso in relazione alla quantità di esercizi effettuati.

Mezz'ora al giorno, leva il grasso di torno.
Chris Slentz, che ha seguito la ricerca, dice che molto semplicemente una camminata di circa mezz'ora al giorno potrebbe essere tutto quello che cui il corpo ha bisogno per non guadagnare peso.
E, dato il livello di obesità nella società statunitense, Slentz conclude che secondo lui i suoi concittadini non fanno praticamente nessun tipo di esercizio fisico per tutta la vita. I risultati di Slentz confermano quanto parzialmente già noto a medici e dietologi. E farà contenti tutti coloro alle prese con i chili accumulati con le feste natalizie.

(Notizia aggiornata al 21 gennaio 2004

14 gennaio 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us