Più vero del vero: 10 imitazioni incredibili

Dalla Torre di Pisa alla Ferrari, da un (intero) villaggio austriaco a una sitcom famosa: i contraffattori non si limitano a copiare abiti e accessori di marca. Ma pensano in grande.

pisahalstatt_austria_guangzhou02ccartbeltracchi1920theoristsmodern-family-011ferrariiphna9087dfapplesttoreparmesao_sertanorte_copiaApprofondimenti
pisa

La Torre di Pisa. Sapevamo che in un hotel di Las Vegas esiste una riproduzione in scala di Venezia, con tanto di Canal Grande e gondole, ma non che in Illinois (Usa) esistesse una Torre di Pisa. La città di Niles, a 20 km da Chicago, è famosa per la Torre Pendente di Niles. Costruita nel 1934 per camuffare diverse vasche di filtrazione dell'acqua, la torre è una replica quasi perfetta di quella di Pisa. Peccato sia alta solo 28 metri, contro i 56 dell'originale (ma in foto non si vede...).

halstatt_austria_guangzhou02

Heidi in Cina. 940 milioni di dollari: tanto è costato a un magnate cinese riprodurre il villaggio alpino austriaco di Hallstatt nella provincia del Guandong (Cina). L'idea non è piaciuta ai nativi dell'originale Hallstatt che hanno scoperto solo dalla tv che i loro edifici storici e le strade, patrimonio dell'Unesco, erano state riprodotte col marchio Made in China. Lo scopo dell'iniziativa? Soddisfare la voglia di Europa dei turisti cinesi, che possono anche visitare le case riprodotte in stile (quasi) austriaco. Ma alla fine la falsa Halstatt pare che abbia incrementato il turismo cinese verso il piccolo villaggio austriaco. Che le imitazioni siano una sofisticata forma di pubblicità?

ccartbeltracchi1920

Falsi d'autore. Il più grande falsario d'arte del mondo? Sicuramente il tedesco Wolfgang Beltracchi, che negli anni passati ha creato dei falsi quadri di autori come Max Ernst, convincendo della loro originalità anche autorevoli storici dell'arte. Le sue opere sono finite in copertina sul catalogo di una famosa casa d'aste e persino in alcuni musei. Decisamente scaltro, Beltracchi non riproduceva dipinti già noti, ma ne creava di inediti attribuendoli ai maestri dell'arte. Secondo la polizia, ci sarebbero almeno 58 suoi falsi in giro. Per questo nel 2011 è stato condannato a 6 anni di prigione.

theorists

The big bang Theory è la sitcom del momento: trasmessa in tutto il mondo, Italia inclusa, ha decine di milioni di spettatori e gli attori possono vantare il cachet più alto della storia della tv americana, 1 milione di dollari a puntata (ciascuno). Un così grande successo non poteva essere indenne dalle imitazioni. In Bielorussia è nata The Theorists (foto): protagonisti 4 giovani scienziati che si chiamano Sheldon, Leo, Hovart e Raj, proprio come i protagonisti di The Big Bang Theory. E anche i dialoghi ricordano l'originale.

modern-family-011

Modern Family in Iran. The Big Bang Theory non è l'unica sitcom a poter vantare imitazioni. È successo anche a Modern Family, che racconta con ironia la vita di una moderna famiglia americana, di cui fa parte anche una coppia gay (con figli). L'idea è piaciuta persino in Iran, che ha voluto creare la sua versione di famiglia moderna: Haft Sang. Niente coppia gay però. Al suo posto una coppia etero: in Iran l'omosessualità è punita col carcere e persino con la morte. Anche Cile e Grecia hanno imitato Modern Family, garantendo però una maggior fedeltà all'originale.

ferrari

La Ferrari tedesca. La scorsa estate su un sito tedesco è apparsa un'inserzione per la vendita di una rara Ferrari 250 GTO del 1962. Prezzo: 63 milioni di dollari. Ma secondo il collezionista ed esperto di Ferrari Marcel Massini, l'auto era un falso: di quel modello di Ferrari sono stati prodotti solo 39 esemplari, e Massini si è detto in grado di rintracciarli tutti. Dunque quello in vendita sul sito di auto sarebbe stato un falso: l'oggetto contraffatto più costoso del mondo (e infatti l'inserzione è stata cancellata qualche giorno dopo).

iphna9087df

Sei l'iPhone 6? Poteva lo smartphone più richiesto non avere i suoi cloni? Ovvio che no. Uno dei più celebri è il Sophone, uscito quasi in contemporanea con l'iPhone originale sul mercato cinese. A una prima occhiata il design ricorda quello del melafonino, ma l'imitazione si rivela presto grossolana. All'accensione si scopre che il sistema operativo altro non è che un Android camuffato in modo che le icone delle app ricordino quelle dell'iPhone. Un iPhoid, insomma.

applesttore

Gli Apple Store. Ma ai geni della contraffazione non bastava clonare l'iPhone. Alcuni hanno pensato di replicare anche gli Apple Store. Basta una ricerca su Google per trovare centinaia di foto di falsi negozi Apple, dove persino le divise del personale ricordano quelle originali. Si incontrano soprattutto nella provincia cinese, dove i controlli non arrivano.

parmesao_sertanorte_copia

Il parmigiano reggiano. Parmesao, Parmesan, Regianito… Dall'argentina agli Usa, non c'è paese che non abbia la sua imitazione del Parmigiano reggiano. E infatti qualche anno fa il Consorzio di tutela del famoso formaggio italiano ha anche organizzato una mostra di tutte le contraffazioni. Per rispondere con ironia a una tragedia nazionale: secondo la Confederazione italiana agricoltori (Cia), senza la contraffazione degli alimenti nel nostro Paese ci sarebbero 110mila posti di lavoro in più e 1,7 miliardi di entrate per il fisco. La contraffazione sottrae oltre 5 miliardi di euro di valore aggiunto.

La Torre di Pisa. Sapevamo che in un hotel di Las Vegas esiste una riproduzione in scala di Venezia, con tanto di Canal Grande e gondole, ma non che in Illinois (Usa) esistesse una Torre di Pisa. La città di Niles, a 20 km da Chicago, è famosa per la Torre Pendente di Niles. Costruita nel 1934 per camuffare diverse vasche di filtrazione dell'acqua, la torre è una replica quasi perfetta di quella di Pisa. Peccato sia alta solo 28 metri, contro i 56 dell'originale (ma in foto non si vede...).